SICUREZZA – «Ci auguriamo che il Governo adegui vecchie leggi alla realtà attuale»

“Il contratto per il governo del Cambiamento”.Quando parliamo di sicurezza  questo termine si associa a legalità e forze dell’ordine. Proprio di queste ultime si parla al punto 23 del contratto sottoscritto dalle forze politiche di maggioranza nel maggio scorso.

Viene posta al centro dell’attenzione la Cyber Security, il contrasto al bullismo e alla dipendenza del gioco d’azzardo, le occupazioni abusive, la sicurezza stradale e i campi nomadi.

Quanto mai sono attuali le problematiche afferenti al comparto della Polizia Locale (biglietto da visita delle città) dovute a una normativa datata (legge quadro 65/86) sempre più coinvolta in operazioni che giuridicamente dovrebbero essere riservate alle Forze di Polizia tradizionali, come gli sgomberi delle occupazioni abusive, l’utilizzo dei campi nomadi, le sempre più frequenti deleghe dell’Autorità Giudiziaria nei più svariati ambiti non di stretta competenza.

L’augurio è che le proposte e i suggerimenti avanzati da più parti riescano ad adeguare l’impianto normativo vigente, vecchio di 30 anni, una mutata realtà del nostro paese.

Questo ci auguriamo.

Gianfranco Corino

X