Dal CuneeseAttualità

Siccità in Granda: riunito il tavolo permanente dell’Ato 4 Cuneese per monitorare l’emergenza

In uno degli inverni più asciutti degli ultimi decenni, dove non si sono praticamente registrate piogge (l’ultima precipitazione considerevole risale all’8 dicembre 2021) l’Ato 4 Cuneese, l’ente che coordina e governa il ciclo idrico in provincia di Cuneo, ha continuato e continuerà a monitorare la situazione delle riserve e dell’approvvigionamento di acqua. Si è riunito l’altro giorno, infatti, convocato dai vertici dell’Ato con il presidente Mauro Calderoni (sindaco di Saluzzo) e il direttore Giuseppe Giuliano, il tavolo di lavoro permanente dei gestori degli acquedotti della Granda.
Si tratta di “Cogesi” con le cinque società consorziate, di “Alpi Acque”, di “Tecnoedil”, di “Alse – Alta langa servizi” e di “Mondo Acqua”. C’è stato un confronto fra i vari soggetti, il monitoraggio dei livelli e delle riserve d’acqua e sono state gettate le basi per coordinare eventuali interventi d’urgenza, nel caso l’emergenza dovesse proseguire. Il “tavolo” si ritrova venerdì 18 marzo e sono già state fissate in modo stabile altre convocazioni per aggiornamenti continui agli enti sul territorio rispetto all’emergenza e alla siccità in atto.
Tutti i gestori – dice Calderoni – stanno operando al meglio e questo ci consente di affermare che la situazione nella nostra provincia è ancora sotto controllo, nonostante la completa mancanza di precipitazione nella parte bassa del territorio e l’assenza di neve in quota che permette di rifornire le falde e le sorgenti”. “In queste settimane – aggiunge Giuliano – l’invito per tutti, per i consumatori-utenti e per enti pubblici e settori produttivi, è a prestare ancor più attenzione ad un utilizzo responsabile della risorsa-acqua, ad evitare completamente gli sprechi”.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button