More
    spot_imgspot_img

    I più letti

    spot_img

    Leggi anche...

    Si conclude l’8 agosto il festival Cherasco Classica 2023

    spot_imgspot_img

    A Cherasco, 8 agosto ore 21, presso il Giardino della Chiesa della Madonnina con gli archi della prestigiosa Orchestra Bartolomeo Bruni di Cuneo, verrà ricordato il geologo di fama internazionale Piergiorgio Rossetti a 4 anni dalla sua improvvisa scomparsa.

    L’orchestra si esibirà in formazione ridotta con i soli archi (13 elementi) in un concerto dal titolo “Serenata d’estate”.
    Intitolata al violinista e compositore cuneese Antonio Bartolomeo Bruni (1757–1821), l’orchestra è stata fondata nel 1953 dal M° Giovanni Mosca, che per mezzo secolo ne è stato il Direttore e animatore. Grazie alla sua duttilità, che le permette di passare dalle dimensioni di un piccolo complesso d’archi a quelle di un grande complesso sinfonico, riesce a svolgere una capillare opera di dif- fusione della cultura musicale principalmente nel Cuneese, ma anche in molti centri del Nord Italia e della Francia del Sud.

    Il suo vasto repertorio spazia dal Barocco al Novecento, con aperture ai moderni generi della musica da film, della canzone d’autore e del jazz. La sua iniziativa di maggior successo è il Concerto di Ferragosto, da molti anni trasmesso in diretta dalla terza rete RAI e ascoltato anche al di fuori dell’Italia,giunto alla sua 42° edizione. Nato per portare la musica in siti naturali di alta montagna, ha permesso di scoprire le bellezze paesaggistiche delle vallate cuneesi ed è diventato un’attesa occasione di incontro per migliaia di ascoltatori– escursionisti .

    Dalla collaborazione con l’Associazione Culturale “Il Fondaco” è nato il progetto che prevede suggestioni pittoriche e artistiche durante i concerti.

    In particolare per ricordare Piergiorgio Rossetti il Fondaco ha previsto la realizzazione di 2 prove d’autore firmate dagli artisti Stefano Allisiardi e Marco Tallone, presenti nella serata dell’8 agosto. A fine concerto tutto il pubblico presente riceverà in regalo una prova d’autore.

    Fin dalla prima edizione a fianco della musica c’è stata sempre Acqua di Cherasco che ha contribuito a sviluppare il concetto di ospitalità creando una scenografia olfattiva che si libra nell’aria come fa la musica, seguendo gli autori e creando suggestioni emozionali.

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui

    Dal Territorio