Serie B – Firenze domina, Alba chiude un’andata comunque positiva

237

Si chiude con la netta sconfitta a Firenze una comunque ottima prima metà di stagione per la Witt-S. Bernardo. I viola dopo lo stop della settimana scorsa non si fanno sorprendere e si confermano imbattuti in casa. I biancorossi dal canto loro non trovano il feeling con i canestri del Pala San Marcellino e affondano nel terzo periodo, ma possono guardare con fiducia al girone di ritorno grazie alle importanti e solide fondamenta costruite nel corso dell’andata.

La partita

La Fiorentina Basket ospita al Pala San Marcellino l’Olimpo Basket. I viola arrivano dal passo falso a Empoli ed hanno bisogno assoluto della vittoria per centrare la qualificazione alla Coppa Italia (cui si qualificano le prime due al termine dell’andata), mentre i biancorossi vogliono restare a distanza (+3 vittorie) dalla zona playout.

Coach Nicolai schiera Bastone, Berti, Bianconi, Banti e Iattoni, mentre Jacomuzzi si affida a Dell’Agnello, Pollone, Antonietti e Coltro.

I Padroni di casa torreggiano per centimetri sui rispettivi difensori e sin dall’avvio colpiscono vicino al ferro: 8-4. Due canestri non bastano ai langaroli per restare in scia e Bianconi sfrutta l’ennesimo mismatch: 13-4. Entra poi il 2,22 m Cuccarolo e i viola si schierano a zona. I biancorossi riescono a iniziare a carburare e con Antonietti ricuciono: 15-12. La difesa piemontese regge e, allora, Dell’Agnello con 5 punti di fila sorpassa e chiude il primo periodo su un sorprendente 15-17!

La All Food non ci sta ed in breve tempo rimette la testa avanti (22-20), anche se la Witt- S. Bernardo prova a restare a contatto: 24-24. La contesa si accende, si infiamma anche il pubblico e i toscani iniziano ad aprire la forbice mentre i piemontesi dalla lunetta sprecano quasi tutte le proprie possibilità: 33-24. Antonietti si carica i suoi sulle spalle (-5), ma Cuccarolo a rimbalzo in attacco prima e Bastone poi ripristinano il +9 (41-32). L’ultimo possesso (con 9 secondi) del primo tempo è langarolo, ma dopo il time out arriva una palla persa e Udom in contropiede fissa il 43-32 dell’intervallo.

Inizia la ripresa e Bianconi colpisce dai 6,75 m ed anche in transizione: 48-32. La Witt-S. Bernardo non riesce proprio a segnare e ancora Bianconi e Berti a metà frazione chiudono il match: 52-32. Il tempo per risalire la china ci sarebbe, ma i giri a vuoto dall’arco (e a cronometro fermo) costano caro agli ospiti. E tra i padroni di casa c’è spazio per la panchina e Drocker si esalta con due triple: 62-37. Lo stesso Drocker fa fruttare un’altra persa viaggiante negli ultimi secondi: al trentesimo il 64-37 vale già come un verdetto.

Nell’ultima frazione Colli e Tarditi trovano la via del tiro pesante, mentre in quattro minuti Firenze si permette il lusso di non segnare e guida 64-43 a sei giri di lancetta dal termine. Coltro e ancora Tarditi cercano di limitare la punizione (66-51), ma con nonchalance Firenze con due triple riscrive +20 (72-52). Dell’Agnello non molla ed è -14, prima di un’altra beffarda saetta toscana dai 6,75 m (+17). Alba non si arrende comunque senza combattere e chiude sul 75-62. Firenze così ritrova subito la vittoria dopo il passo falso a Empoli di una settimana fa. I viola con questo successo centrano la qualificazione alla Coppa Italia.

Per quanto riguarda i langaroli, invece, non basta una buona prima frazione a indirizzare la sfida. I troppi errori al tiro dall’arco e dalla lunetta vengono pagati a carissimo prezzo ed al trentesimo la contesa è già chiusa. Si spezza così la striscia di cinque successi consecutivi, ma al termine del girone di andata l’Olimpo Basket è in un terzetto a pari punti al quinto posto con Vigevano e San Giorgio. In virtù degli scontri diretti i biancorossi chiudono la prima metà di stagione al settimo posto con 18 punti (9 vittorie e 6 sconfitte).

La sconfitta a Firenze non cancella il buon cammino fatto fin’ora, il campionato è ancora lungo e irto di ostacoli, ma solide fondamenta sono state gettate. La Serie B Old Wild West continua!