Dall'AstigianoCRONACA

Sequestrati dalla Guardia di Finanza di Asti 26 mila prodotti non sicuri per Halloween

Gli uomini della Guardia di Finanza di Asti, nell’ambito della intensificazione del controllo economico del territorio, in prossimità delle festività di Halloween, hanno sequestrato presso 3 esercizi commerciali della provincia, in particolare in Castell’Alfero, Castelnuovo Calcea e Canelli, risultati gestiti da cittadini cinesi, circa 26 mila prodotti tra gadget, accessori e giocattoli non conformi alla normativa a tutela della salute dei consumatori.

A seguito dell’esame dei materiali, i finanzieri notavano la difformità dei prodotti da quanto previsto dal Codice del Consumo, vista la mancanza delle informazioni minime, quali i dati relativi alla natura dei materiali impiegati per la loro realizzazione e le indicazioni obbligatorie sulla sicurezza del prodotto. Il “Codice del Consumo”, che riconosce e garantisce la sicurezza e la qualità dei prodotti e una adeguata informazione, stabilisce quali debbano essere le indicazioni minime e fondamentali riportate sui prodotti destinati al consumatore e messi in vendita sul territorio nazionale, fornendo così tutte le informazioni utili per poter valutare e scegliere in maniera consapevole.

Al termine delle operazioni dei finanzieri del Gruppo della Guardia di Finanza di Asti e delle Tenenze di Canelli e Nizza Monferrato, la merce irregolare, è stata sottoposta a sequestro amministrativo, mentre i titolari degli esercizi commerciale, oltre ad essere stati segnalati alla competente Camera di Commercio, rischiano una sanzione amministrativa di oltre 1.000 euro ciascuno.

Sponsorizzato

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button