CORONAVIRUSdal PiemonteSanità

Sequenziamento acque reflue: In Piemonte dominante sottovariante BA.2. Non individuabile la variante XE

Gli esiti delle analisi di sequenziamento riferiti ai campioni dell’ultima settimana, prelevati il 4 aprile scorso nei depuratori di Castiglione Torinese, Alessandria, Cuneo e Novara, hanno evidenziato tutti la dominanza della sottovariante BA.2.

Continuano a non essere rilevate mutazioni specifiche appartenenti alla sottovariante BA.3.

In quanto alle sequenze ricombinanti di SARS-CoV-2 (ad. esempio: XA,XB,XC,XD,XE,XF), particolare evidenza è stata data nelle notizie di settore alla ricombinante XE, composta da una parte di genoma di BA.1 (Omicron1) e una parte di genoma di BA.2 (Omicron 2).

Tali ricombinazioni del genoma virale di SARS-CoV-2 sono state individuate in singoli tamponi nasofaringei, mentre nel contesto del monitoraggio di sequenze di SARS-CoV-2 nelle acque reflue, ad oggi non è possibile affermare o escludere la presenza di ricombinanti del virus SARS-CoV-2 in quanto tale matrice presenta sequenze derivanti da più individui infettati da varianti differenti.

Solo quando un ricombinante sarà dominante e non ci saranno mutazioni associate ad altre varianti nella stessa parte del genoma ricombinato, si potrà affermare la presenza del solo ricombinante nelle acque reflue.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button