ALBABRAScuola

Scuole, chi sale e chi scende: Concluse le iscrizioni alle Superiori per il nuovo anno scolastico

Concluse le iscrizioni alle Superiori per il nuovo anno scolastico

A poche ore dalla scadenza del 28 gennaio, il Ministero dell’Istruzione ha deciso di prorogare di un’altra settimana la finestra riservata alle iscrizioni degli studenti per l’anno scolastico 2021-2022. Probabilmente ben poche famiglie hanno approfittato di questa opportunità, visto che la decisione è passata quasi sotto traccia. Ma ora i giochi sono fatti e per le scuole superiori inizia l’organizzazione per il prossimo anno, partendo dall’organico di fatto. Il Corriere, come da tradizione, ha cercato di tracciare un bilancio sui flussi di studenti in transito dalle medie alle superiori.

Andiamo a scoprire cosa è successo, partendo dal Liceo Classico che conferma le tre sezioni con i tre indirizzi (tradizionale, internazionale e potenziato scientifico), totalizzando circa 70 iscritti, omogeneamente distribuiti sui tre indirizzi, ma con una leggera preferenza per il potenziato scientifico. «Siamo contenti – dichiara il dirigente scolastico Roberto Buongarzone – perché il Liceo mantiene uno “zoccolo duro” di iscritti, che si conferma nel tempo. C’è molta soddisfazione anche per l’internazionale, che continua a raccogliere apprezzamenti». Buongarzone è dirigente anche del Liceo Artistico “Gallizio” che sta vivendo in questi ultimi anni un vero e proprio boom. Anche quest’anno ha totalizzato 114 iscrizioni alla classe prima. «Si tratta di un dato in linea con quello dello scorso anno. Al momento siamo certi di formare cinque sezioni, ma non escludiamo di arrivare alle 6 prime. Inutile dire che siamo molto soddisfatti di questo risultato». Passiamo all’Umberto I e ai sue due indirizzi: Scuola Enologica e Professionale per l’Agricoltura. Per Alba il riscontro di quest’anno è stato molto positivo con 76 iscritti e 3 classi prime. Anche a Grinzane si confermano i numeri con una classe prima che sarà di una ventina di iscritti. «Questi dati – spiega la dirigente Antonella Germini – sono da considerarsi provvisori, perché i ragazzi hanno ancora tempo per cambiare idea. Detto questo siamo decisamente soddisfatti perché a livello di istituto (l’Umberto I ha sedi anche a Fossano e Verzuolo, ndr) abbiamo registrato un incremento del 13%, che sale al 15% per ciò che concerne la sede di Alba. Per Grinzane si conferma una sostanziale tenuta, con un piccolo progresso rispetto al 2021». Passiamo al Liceo Scientifico Cocito che continua a mantenere un numero elevatissimo di iscritti: 180. «La preferenza dei ragazzi è per le Scienze Applicate – dichiara la dirigente Anna Viarengo – che ha raccolto 103 iscrizioni, mentre per il tradizionale ci siamo attestati a quota 77. Il dato di quest’anno è in leggera flessione rispetto al 2021, ma in aumento rispetto al 2020. Dare un giudizio sull’andamento è estremamente complesso, perché al momento non conosciamo quale sia il flusso di studenti che otterranno il diploma di terza media».

Numeri in leggero calo anche per il Cillario Ferrero, che tuttavia rimane un istituto superiore gettonatissimo. «Alcune domande sono ancora in lavorazione – puntualizza la dirigente Paola Boggetto – ma al momento possiamo dire di aver raccolto 70 iscritti per la sede di Alba, distribuiti tra i vari indirizzi, mentre a Cortemilia siamo a quota 15. Per ciò che concerne, invece, l’Arte Bianca di Neive, ci attestiamo a 70 iscrizioni. Ribadisco che stiamo parlando di dati indicativi e non definitivi». Il Liceo da Vinci continua nel solco del successo, con un leggero incremento rispetto allo scorso anno. Ma la notizia, che potrà far piacere a molti è la più che probabile attivazione di una sezione ad indirizzo musicale. Dopo tante discussioni, finalmente ci sono i numeri per partire. Salvo sorprese, con i 172 iscritti saranno attivate ben 9 prime, suddivise tra i vari indirizzi della scuola.

Chiudiamo la panoramica albese con l’Istituto Superiore Einaudi e con le parole della sua preside, Valeria Cout: «Si registra un aumento consistente di iscrizioni nel settore Amministrazione, Finanza e Marketing con 74 alunni iscritti ed una crescita anche nell’indirizzo Costruzioni, Ambiente e Territorio con 26 nuove iscrizioni. Nel settore Tecnico Industriale, invece, si segnala una contrazione nell’indirizzo di Elettronica ed Elettrotecnica con 23 domande e una stabilità nell’indirizzo Informatica e Telecomunicazioni, dove ci sono 80 iscriti. Nel complesso la situazione allo stato attuale registra un miglioramento rispetto allo scorso anno». E a Bra? L’Istituto Velso Mucci, che propone moltissimi indirizzi che spaziano dall’ospitalità alberghiera, al commerciale, passando per l’enogastronomia e la grafica ha raccolto 132 iscritti: un numero che potrebbe ulteriormente arricchirsi e che supera quello del 2021, quando ci furono 121 adesioni. Tra le curiosità di quest’anno un “mini-concorso” che ha premiato le prime sei domande presentate sul portale ministeriale.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button