Sciopero di infermieri, professionisti della sanità e medici: alta l’adesione del cuneese

0
29

Si è tenuta oggi la grande manifestazione di Infermieri e professionisti della sanità del NURSING UP assieme ai medici di ANAAO-Assomed e CIMO-FESMED che ha avuto inizio alle ore 9.30 in piazza Bengasi, a Torino, con un corteo che si è mosso alla volta del Palazzo della Regione in via Nizza. Quasi un migliaio tra infermieri e professionisti della sanità hanno sfilato a difesa della professione. In tutta la Regione migliaia di infermieri e professionisti della sanità hanno incrociato le braccia.

 

Il Segretario aziendale Nursing Up dell’Asl Cn1 Stefano Rosso, a Torino assieme alla folta delegazione partita da Cuneo, sottolinea: “Infermieri, personale sanitario afferente al comparto, e dirigenti medici si sono trovati affiancati per protestare contro la manovra del governo che rappresenta di fatto una lesione dei diritti acquisiti oltre che un ennesimo schiaffo ai tanto onorari “eroi” che oggi vengono invece svenduti. Come svenduto viene il diritto ad una sanità efficiente della popolazione. L’ adesione allo sciopero è stata alta, e la partecipazione alla manifestazione ne è stata la prova. Siamo consapevoli di aver creato un disservizio alla popolazione, garantendo in ogni modo le attività essenziali, ma la nostra è una battaglia che portiamo avanti anche per difendere la Sanità Pubblica che, con quest’ultima manovra, rischia di non rialzarsi più.

Speriamo che i cittadini capiscano le nostre richieste e che ci supportino affinché tutti possano beneficiare della nostra professionalità, che non mancherà mai ma che deve essere giustamente riconosciuta e onorata. E non solo a parole. Ci consideriamo soddisfatti della riuscita dello sciopero ma attendiamo che la politica realizzi gli errori che sta commettendo e che torni sulle sue decisioni rivedendo la legge di bilancio”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui