Savigliano: Parte il progetto “Daimon”, tutto rivolto ai giovani

0
15

SAVIGLIANO – È partito il progetto “Daimon – Sperimentarsi per conoscere le proprie vocazioni”, iniziativa riguardante il mondo dei giovani, che coinvolge oltre 30 partner ed è promossa nell’ambito del bando “Il giardino delle idee” della Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo. Quest’ultima ha elargito un contributo da 100.000 euro, mentre 41.000 euro arrivano dai Comuni di Saluzzo, Fossano, Cavallermaggiore, Marene, Verzuolo, Manta e Costigliole Saluzzo (ovvero le città partner del progetto), Savigliano (comune capofila) ed il Consorzio Monviso Solidale.

Scopo di “Daimon” è valorizzare azioni di protagonismo giovanile e momenti di inclusione, sport, cultura ed arti figurative. Il target principale a cui si rivolge sono i ragazzi della fascia 15-19 anni.

«Siamo lieti che finalmente “Daimon” entri nel vivo – afferma l’assessore alle politiche giovanili Filippo Mulassano –.Nel corso del 2023 sono state avviate azioni preliminari, come tavoli di progettazione e momenti di confronto, anche con la Fondazione Crc. Ora si parte con la “messa a terra” delle iniziative, previste per tutto il 2024: dai workshop culturali ai circoli di lettura, passando per il basket inclusivo, solo per fare alcuni esempi».

Il primo appuntamento è in agenda per sabato 24 febbraio: dalle 15 alle 19 si svolgerà a Savigliano il workshop “contamin-Azioni Teatrali”: «un luogo per dare spazio alle proprie energie e liberare la creatività collettiva». Organizzata da “Voci Erranti” e “La corte dei folli”, in collaborazione con l’Educativa di strada, l’iniziativa si svolgerà a palazzo Taffini, per gentile concessione della Banca Cassa di Risparmio di Savigliano. È possibile iscriversi – fino al 22 febbraio – accedendo al link disponibile sulla pagina Instagram “daimonsavigliano”. Per informazioni: 347. 7436652. 

«Sempre sul profilo Instagram – aggiunge Mulassano – è possibile avere tutti i dettagli riguardo le altre iniziative di prossima partenza, i laboratori “Oltre il palcoscenico”. Ringraziamo la Fondazione Crc ed i partner coinvolti: con questo lavoro di squadra abbiamo uno strumento in più per promuovere il benessere delle nuove generazioni».

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui