Savigliano: furto in abitazione, arrestato un cittadino albanese

SAVIGLIANO – Nella serata di lunedì i Carabinieri della locale stazione Radiomobile di hanno tratto in arresto un cittadino albanese 30 enne, residente nel milanese, per furto in abitazione in concorso.

In sintesi, verso le ore 20.00, in via San Bernardo di Savigliano, un residente richiedeva l’intervento dei Carabinieri poiché aveva notato una vettura sospetta con tre uomini a bordo. La prima pattuglia intervenuta nell’immediatezza, procedeva al fermo ed al controllo di una VW Golf (risultata rubata a Chieri qualche giorno fa, nel corso di un furto in abitazione), che si trovava parcheggiata nella predetta via. All’interno dell’auto, seduto sul sedile di guida, vi era uno sconosciuto privo di documenti.  L’uomo, tratto poi in arresto, aveva i guanti calzati e alla vista dei militari aveva cercato di nascondersi stendendosi sui sedili.

Il successivo controllo sul veicolo permetteva di rinvenire, nascosta sotto il sedile del passeggero, una pistola di piccolo calibro fornita di caricatore e proiettili, una smerigliatrice (del tipo utilizzato per tagliare le casseforti) ed altri oggetti.

Il prezioso contributo del cittadino che ha contattato il 112 per segnalare l’auto sospetta, permetteva di ricostruire lo svolgersi degli eventi prima dell’arrivo dei Carabinieri.

In particolare, dalla Golf erano scesi due sconosciuti, con volto coperto, che avevano scavalcato la recinzione di un’abitazione. I due soggetti avevano poi raggiunto il balcone al primo piano di una abitazione ubicata in prossimità del luogo in cui avevano scavalcato la recinzione, per poi introdursi in quella casa, da dove rubavano alcuni gioielli e denaro contante. Subito dopo il furto, accorgendosi della presenza delle pattuglie dei Carabinieri, prontamente intervenute e intente a bloccare il complice rimasto in auto a fare il palo, si allontanavano da una via secondaria riuscendo a scappare.

Infine, il fermato, dopo i necessari approfondimenti per la completa identificazione, è risultato essere un soggetto con un notevole spessore criminale, tanto che a suo carico sono state emesse due diverse ordinanze di custodia cautelare in carcere da parte dei Tribunali di Busto Arsizio (VA) e Pavia, entrambe per associazione per delinquere finalizzata ai reati di furto e rapina in abitazione, ricettazione e violazione di domicilio.

L’albanese veniva dichiarato in arresto in flagranza per furto in abitazione in concorso con due soggetti in corso di identificazione, ricettazione della VW Golf e porto abusivo di arma comune da sparo. Nella notte è stato quindi ristretto nel carcere di Cuneo, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria anche in relazione alle due misure di custodia cautelare in carcere menzionate.