ROERO NORDSanto Stefano RoeroROERODal Comune
In primo piano

Santo Stefano Roero: dopo la bufera giudiziaria, si lavora per uscire dalla crisi

SANTO STEFANO ROERO – All’indomani della messa agli arresti domiciliari dell’ex sindaco Renato Maiolo e della segretaria comunale, in terra sanstefanese ha levato gli scudi la lista “Vivi Santo Stefano”: che, con in testa il candidato sindaco Giuseppina Facco, già nei mesi scorsi aveva presentato le proprie insegne per la corsa alle elezioni comunali in programma per il prossimo autunno.

Così si è espresso l’entourage: «Senza voler commentare le vicende giudiziarie, vogliamo dare un messaggio positivo in questo momento difficile. Vogliamo ribadire che in paese c’è una grande voglia di riscatto e idee positive per il futuro, e la costituzione del nostro gruppo di cittadinanza attiva ne è la prova più evidente». La Facco ha aggiunto: «Nessuno nasconde che la situazione sia molto critica, le casse del Comune sono vuote e c’è davvero tanto da ricostruire.

Capisco che i cittadini di Santo Stefano in questo momento si sentano smarriti e abbiano paura per il futuro, specialmente dopo il difficile anno di commissariamento. Tutti noi abbiamo toccato con mano negli ultimi mesi vari disservizi dovuti all’assenza di un sindaco eletto e di un consiglio comunale. Ultimamente è stato molto difficile portare avanti procedure burocratiche o edilizie, e anche la manutenzione ordinaria degli spazi pubblici è stata carente o assente».

Un segnale, dalla candidata sindaco all’ombra ideale della torre che non c’è più (e di cui altre testate giornalistiche avevano annunciato a gran forza la ricostruzione): «Ci terrei a rassicurare i concittadini nel dire che noi ci siamo, che un gruppo di persone numeroso, organizzato e motivato sta lavorando ormai da un anno per il futuro di Santo Stefano, per far uscire il paese da questo periodo difficile, e nei limiti del possibile- per renderlo ancora migliore». Infine, un appello: «Ricordiamo che il gruppo è aperto alla partecipazione di coloro che vogliano mettersi a disposizione della collettività: basta scrivere a: santostefa­noro­ero@ gmail.com».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button