Santo Stefano Roero: 16 milioni di opere: resteranno sulla carta?

262
Un Consiglio tempestoso. L’ultima seduta mattutina a S. Stefano Roero

Un piano di opere da16 milioni di euro è stato iscritto nel bilancio previsionale di S. Stefano Roero. Il documento elenca una serie di interventi ambiziosi e sui fronti più svariati – difesa dell’assetto idrogeologico, ricettività, viabilità –, come elaborato dalla Giunta del sindaco Renato Maiolo.

DUBBI DI MINORANZA
Il suo computo è stato però oggetto di osservazioni da parte della minoranza, nell’ultima (e tempestosa) seduta di Consiglio comunale.
Il capogruppo d’opposizione Marco Costa ha chiesto se esistano provvedimenti, lettere e comunicazioni all’attenzione del Municipio, tali da acclarare l’effettiva cantierabilità delle iniziative. «In alcuni casi, no – ha risposto il primo cittadino – altrimenti saremmo già andati in appalto». Costa ha ribattuto: «Quindi si tratta di cose teoriche, sapendo come i progetti definitivi sulle opere si possano approvare solo con i soldi già in cassa».

«I SOLDI ARRIVERANNO»
Lunga la replica di Maiolo: il quale ha spiegato che, per molte delle opere inserite nel piano, esistano accordi con i progettisti secondo i quali questi ultimi saranno retribuiti per il loro lavoro solo in caso di finanziamento dei lavori. «Ci sono tutte le dichiarazioni agli atti, e in più – ha detto ancora Maiolo – voglio dire che sugli interventi per liberarci dai dissesti idrogeologici siamo tra i primi posti nella graduatoria nazionale. Quando si apriranno i fondi, saremo i primi a vederli».

P. D.