dal PiemonteEconomia & Lavoro

Saldi di fine stagione a partire dal prossimo 5 gennaio: un ritorno al passato

La nuova partenza è stata fissata dopo la fine delle vacanze natalizie

Sul fronte del commercio il Piemonte torna alle norme che erano vigenti prima della più acuta fase dell’emergenza Covid-19, cancellando la possibilità di fare vendite promozionali anche a partire da 30 giorni prima dell’avvio dei saldi. Quest’inverno il periodo degli sconti sui capi di abbigliamento sarà quindi quel­lo consueto, nello specifico parte quasi alla fine delle vacanze natalizie mercoledì 5 gennaio. Lo stabilisce un provvedimento approvato l’altra settimana in aula dal Consiglio regionale, su diretta proposta dell’assessore al Commercio della Giunta Cirio, Vittoria Poggio.

Ha spiegato la stessa Poggio: «La possibilità di anticipare gli sconti era stata introdotta lo scorso anno, per andare incontro ai piccoli commercianti che avevano giacenze da smaltire a causa delle chiusure imposte dal lockdown e della crisi collegata alla pandemia. Ora il mondo del piccolo commercio nostrano ci chiede invece di allinearci con il resto del nord Italia, in modo da non avere una concorrenza che possa penalizzare il settore. Il commercio ha necessità di riprendersi dopo un periodo di grande sofferenza». Il relatore della maggioranza di centrodestra, Claudio Leone (Lega) ha sottolineato illustrando il provvedimento la necessità d’intervenire per sostenere «i piccoli imprenditori falcidiati prima dalla grande distribuzione, poi dal­l’e-commerce e infine dalle conseguenze dell’allarme coronavirus». L’obiettivo, ha sottolineato ancora Leone, dev’essere quello di «dire che il Piemonte non sta sempre dalla parte dei colossi, ma sostiene anche i più piccoli» e anche «dare un segnale di ritorno alla normalità».

Anche gli interventi della minoranza di centrosinistra, con Silvio Magliano (Moderati) e Monica Canalis (Pd), hanno posto in evidenza che si tratta di una scelta di buon senso e condivisa con le associazioni del settore e riportare la gente nei negozi di vicinato. I nostri vicini Nella stessa data di vigilia del­­l’Epifania i saldi inizieranno anche in Liguria, Emilia-Romagna e Lombardia. Con le loro Amministrazioni il Piemonte ha concordato di allineare il calendario. Questo non solo a tutela della concorrenza, ma anche per scongiurare flussi anomali da una regione all’altra con conseguenti problemi di assembramento. L’emergenza Covid, infatti, non sarà più acuta ma non è finita.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button