Tra sacro e profano: Monteu Roero invita a scoprire i suoi tesori

107
Bel Monteu. Mario Novarino

Si terrà domenica 22 aprile la 4ª edizione di “Tra Sacro e Profano”, itinerario artistico e religioso dalle chiese al castello di Monteu Roero.Organi l’associazione culturale Bel Monteu diretta da Mario Novarino.

Quest’ultimo spiega: «Il percorso guidato avrà inizio presso la piccola cappella di San Sebastiano, situata in corrispondenza dell’ingresso occidentale al paese di Monteu Roero, per giungere poi alla  parrocchiale di S. Nicolao e alla confraternita di S.Bernardino, sul lato orientale delle’abitato.Una testimonianza, quest’ultima, della diffusa devozione per il santo francescano nel Roero con opere di gusto barocco, come l’altare maggiore attualmente in fase di restauro».

L’idea della manifestazione nasce da una partnership promettente: «La valorizzazione degli edifici religiosi locali, in questa operazione, è pensata in collaborazione con la Diocesi di Alba e l’associazione Volontari per l’Arte, nell’ambito del “Progetto Città e Cattedrali”». La conclusione della passeggiata sarà all’’antico maniero dei Roero.

Visite aperte dalle 10 sino al tramonto da piazza Roma, in questa vera e propria occasione per riscoprire la storia dei beni artistici monteacutesi, l’identità territoriale e culturale, antiche tradizioni e il ruolo avuto dalla famiglia Roero in zona.

La manifestazione “Tra Sacro e Profano” giunge a breve distanza temporale dal fine settimana del circuito dei Roero Days curati dal Consorzio Tutela Roero; un evento di cui Monteu, con il suo castello, è stato parte ospitando anche la apprezzatissima mostra fotografica con le opere del maestro Carlo Avataneo.