GovoneROERO ESTROEROAttualità

Sabato 24 settembre al Castello di Govone il convegno di “Creativamente Roero”

GOVONE – Entra nel vivo, l’edizione 2022 di “Creativamente Roero: residenze d’artista tra Borghi e Castelli”: che punta alla valorizzazione dei luoghi e dei Borghi storici del Roero, coinvolgendo artisti nazionali e internazionali. Sabato 24 settembre, alle 9.30, il Castello di Govone accoglierà il convegno intitolato “Esercizi di nuova memoria” in cui interverranno personalità del mondo artistico-culturale ed esperti in ambito medico-scientifico. Ci saranno le letture a cura di Gian Luca Favetto accompagnato dalla violinista Irma Bestente, mentre dalle 10.30, con la conduzione a cura di Patrizia Rossello (curatrice dell’intero sistema “Creativamente Roero”), partirà il dibattito con Pierluigi Vaccaneo (direttore della Fondazione Cesare Pavese), Alberto Rossetti (psicologo e psicoterapeuta), Simone Martinetto (artista visivo, fotografo e regista), Innocenzo Rainero (responsabile del Centro Disturbi Cognitivi e Demenze della Città della Salute e della Scienza di Torino), Domenico De Gaetano (direttore del Museo Nazionale del Cinema di Torino), Riccardo Passoni (direttore della Galleria Civica d’Arte Moderna e Contemporanea di Torino) e di Luca Centola, Federico Carta, Pablo Mesa Capella e Cosimo Veneziano, artisti in residenza dell’edizione 2022 di “Creativamente Roero”. Alle 12.30 ci sarà la cerimonia di assegnazione al critico d’arte Francesco Poli della quarta edizione del “Premio Castello di Govone” in collaborazione con la Fondazione Torino Musei: mentre nel pomeriggio avverrà la cerimonia di consegna delle bandiere di celebrative ai Comuni che ospitano l’edizione 2022 e ai rappresentanti degli Enti partner, con l’omaggio di una quercia a ciascuno dei quattro “borghi” (Canale, Corneliano d’Alba, Monteu Roero e Sommariva Perno), da piantumare sul proprio territorio per arricchire il giovane bosco diffuso dedicato dal 2019 all’interessante manifestazione. Ci sarà poi tempo per la consegna dell’opera dell’artista Marianne Schmid al Comune di Govone e per la proiezione del corto “La passeggera di Andrzej Munk”, a cura del Museo Nazionale del Cinema di Torino.

Sponsorizzato

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button