Roero: Continua la “roulette” dei bus

0
83
Proseguono i disservizi nei trasporti dal Roero verso Alba

CANALE – Un fenomeno che torna a ripetersi e che ci obbliga, Più per spirito civico che per mera cronaca, a tornare su argomenti che si auspicavano superati. Continua infatti l’agonia degli studenti e dei pendolari diretti ad Alba con le linee Gtt: quello che dovrebbe essere un servizio pubblico, ma che in questo autunno è tornato ad essere un gioco con la sorte. Anche la scorsa settimana (giorno di mercato del martedì, a Canale), i bus hanno lasciato a piedi decine di studenti che hanno aspettato invano ulteriori corse, pur avendo il loro abbonamento in mano.

 

E, come al solito, in molti sono dovuti ricorrere all’aiuto di familiari e amici per raggiungere scuole e luoghi di lavoro: non aggiungiamo dunque nulla di nuovo, se non che il giorno successivo uno dei pullman di questa linea è sì arrivato “quasi” ad Alba, fermandosi però dopo il Ponte Albertino e costringendo i passeggeri ad un ultimo sprint a piedi. Anche in questa occasione, chi scrive ha cercato di ottenere risposte contattando il servizio clienti di Gtt, imbattendosi in centralini muti e in questionari web capaci di rispondere solo “la vostra richiesta è stata presa in carico”. Stiamo aspettando risposte dal 2021: e non siamo i soli, visto che altri utenti di Canale e di Montà sono in attesa di riscontro ancora da quattro anni per simili segnalazioni.

Cui effettiva e motivata risposta non c’è, a questo punto. Ciò che è altrettanto vero è che i viaggiatori si trovano nella situazione per cui pagano, e bene, abbonamenti a prezzo pieno senza avere garanzia di servizio (e due appiedamenti in un mese sono sufficienti per affermarlo): continuiamo a difendere la proposta di introdurre perlomeno l’abbonamento “a scalare”, come avviene altrove, un po’ in tutto il mondo, versando il dovuto solo a fronte di un servizio effettivamente usufruito. Sperando che una logica “concorrenziale”, oltre che la voglia di spiegare le ragioni di questi disservizi, prima o poi, passi dalle parti di Torino.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui