More
    spot_imgspot_img

    I più letti

    spot_img

    Leggi anche...

    Ritorno Colorato è il titolo dell’esposizione d’arte del mastro Franco Gotta con la presenza dello scrittore Mauro Rivetti.

    spot_imgspot_img

    La Langa terra selvaggia e povera, con la fame che attanagliava i langhetti raccontata da scrittori come Pavese e Fenoglio è per fortuna un lontano ricordo, le nuove generazioni stanno vivendo un’esperienza agli antipodi di quelle vicissitudini. L’opulenza del cibo sta dettando lo stile di vita della civiltà moderna, lo sanno bene gli abitanti di Roddino, in quanto il loro paese è divenuto celebre per i ristoranti in perfetto stile langhetto grazie ai rinomati “tajarin”, oggetto di culto degli amanti della buona cucina con uno spiccato senso per la tradizione.
    Nella pontificazione dell’enogastronomia l’uomo sta dimenticando l’arte e la cultura, elementi che ne hanno permesso lo sviluppo della sua mente e guidato l’evoluzione dei tempi. Partendo da questo pensiero l’amministrazione comunale di Roddino guidata dal sindaco Marco Andriano che con il supporto del consiglio comunale e della cittadinanza ha voluto le opere d’arte del pittore Franco Gotta per raccontare il legame del pittore a Roddino. Come afferma Franco Gotta, per la locandina dell’evento ha scelto un dipinto che rappresenta il vissuto della sua vita nel paese di Roddino raccontata su tela attraverso il colore e la poesia. Negli anni 90 la casualità lo portò all’ acquistò di due stanze per trascorrere i fine settimana e le vacanze con i figli, proprio a Roddino dove ebbe modo di conoscere la gente del posto, in particolare Marco Andriano che a quei tempi era un ragazzino molto impegnato nel sociale che amava il suo paese, ed oggi manco a dirlo è sindaco! Gotta con un tocco di malinconia ricorda quel periodo della sua vita nel paese di langa, davvero significativo. A distanza di trent’anni questo ritorno con una mostra gli dà modo di rivivere delle belle sensazioni con la speranza di trasmettere la gioia a chi vedrà le tele in particolare le lune e dipinti carichi di colori e di enfasi, in un inno alla vita. Al suo fianco per questa bella iniziativa, lo scrittore albese Mauro Rivetti, talentuoso scrittore di libri gialli con il quale da un paio di anni è nata una bella intesa artistica, ed ha legato molto grazie al suo modo di scrivere nel raccontare il paesaggio antropico imprimendo una fotografia della quotidianità, dando ai sui gialli un taglio contemporaneo, toccando temi di costume e di società.
    Il 13 luglio alle 17,30 l’inaugurazione dell’esposizione delle opere d’arte vedrà il dialogo tra il pittore il sindaco e lo scrittore, chi vorrà esserci avrà modo di assistere ad un evento unico, lo scrittore racconterà il progetto legato al libro il “Mistero del manoscritto” dove un paese diventa protagonista di un giallo attraverso i suoi edifici storici, con l’ambientazione di un delitto mistetioso e mistico legato ad un antico manoscritto. Al termine dell’evento ci sarà un delizioso rinfresco.
    La mostra sarà visitabile fino al 21 luglio martedì, mercoledì, giovedì dalle ore 15 alle ore 18 rivolgendosi alla Bottega Incontro. Al sabato e domenica dalle ore 10-12 e dalle ore 15-18.
    Redazione Corriere
    Redazione Corrierehttps://www.ilcorriere.net
    Potete contattare la Redazione del Corriere allo 0173-28.40.77 oppure scrivendo a: info@ilcorriere.net

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui

    Dal Territorio