Risultato storico per l’aria a Bra: che lascia ad Alba la “maglia nera” dello smog in Granda

397
Il sindaco e l'assessore all'Ambiente. Bruna Sibille con Sara Cravero

L’aria di Bra si conferma migliore di quella di Alba e nel 2018 è stata, per la prima volta da che l’Arpa ne misura la concentrazione di smog, pienamente entro i parametri di legge. I dati pubblicati dall’Agenzia regionale protezione ambiente, infatti, attestano che l’anno scorso gli sforamenti del Pm10, le polveri fini responsabili di gravi patologie, sono stati in tutto 31. Alba ne ha contati due in più, 33.

E’ vero che mancano al rapporto annuale diverse date in cui della centralina di viale Madonna dei Fiori non risultano rilievi. Ma questi “buchi” erano una costante anche in passato quando mai la città della Zizzola era riuscita a centrare l’obiettivo: restare sotto due soglie normative, quella del massimo 35 sforamenti/annui del tenore giornaliero di allerta fissato a 50 microgrammi di Pm10 per metro cubo d’aria, e quella della media annuale dello stesso inquinante che con 28 mcg/metro è ben lontana dal limite stabilito a 40. Nel 2017 gli sforamenti giornalieri erano stati oltre il doppio: 66. Nel 2003, quando Arpa iniziò il suo monitoraggio locale, le giornate in cui i braidesi hanno respirato fuori legge furono ben 170.

Il calo dello smog ha caratterizzato nel 2018 tutti i centri della Granda: anche Mondovì che ha avuto “solo” 21 giorni particolarmente critici, e Cuneo 11. Bra cede la “maglia nera” provinciale dell’inquinamento atmosferico ad Alba consolidando miglioramenti costanti ormai da oltre un lustro.

Il sindaco Bruna Sibille e l’assessore all’Ambiente Sara Cravero: «Un risultato importante e molto incoraggiante, che restituisce riscontro tangibile al percorso promosso dall’Amministrazione negli ultimi 10 anni. Comunità ed ente pubblico si sono uniti in un patto per l’ambiente con azioni significative che vanno dalla riqualificazione energetica di numerosi edifici, all’estensione del teleriscaldamento, alle iniziative di mobilità sostenibile, alle campagne di sensibilizzazione.Accompagnate anche da condizioni meteo favorevoli, ci hanno permesso di raggiungere questo risultato. Intendiamo mantenerlo intensificando l’impegno a beneficio di tutta la collettività».