Rifacimento campo e pista atletica: il Tar «ribalta» l’appalto braidese

Si sono persi mesi di tempo ma di positivo c’è che il Comune risparmierà sull’appalto per trasformare in sintetico il campo da calcio Esterno 1 del complesso “Atleti Azzurri d’Italia” a Bra. Il Tribunale amministrativo regionale ha accolto il ricorso di una delle ditte seconde classificate nella graduatoria stilata l’an­­no scorso dal Municipio, ribaltando la classifica. Ha escluso la concorrente tedesca Polytan Gmbh e consegnato l’incarico al raggruppamento temporaneo d’impresa tra la forlivese Olimpia Costruzioni Srl e Limonta Sport Spa di Bergamo. Polytan sconta una «omessa dichiarazione» – così il Tar sulla sua offerta da 614.771,20 euro (oltre Iva), più di 100mila euro in meno di quanto già stimato in progetto. Ma quella delle seconde classificate ora passate prime era ancora più conveniente: ribasso del 10,20% sulla base d’asta, importo contrattuale di 576.428,31 euro (sempre Iva e­sclusa).

Non dovrebbero esserci ulteriori appelli al Consiglio di Stato, dunque possono partire i lavori? Il vicesindaco e assessore al Patrimonio oltre che allo Sport Massimo Borrelli: «Ci sono ancora alcuni passaggi burocratici da perfezionare da parte dell’impresa, e poi bisognerà attendere temperature meno rigide di quelle invernali.Prevediamo di partire tra mar­zo e aprile»».

Oltre che del terreno di via Sartori, utilizzato dall’Ac Bra per allenamenti e partite del settore giovanile, i tecnici di Olimpia e Limonta si occuperanno di ri-plastificare la pista d’atletica che circonda l’altro campo da calcio adiacente, verso viale Madonna dei Fiori.

X