More
    spot_imgspot_img

    I più letti

    spot_img

    Leggi anche...

    Ricette e prodotti del Piemonte in tavola sulla rotta del Mediterraneo a bordo di Costa Diadema

    spot_imgspot_img

    Una cena con menù piemontese nei ristoranti della nave, uno show cooking dedicato al riso DOP, due conferenze e corner promozionali presidiati dalle ATL per l’intera durata della crociera nel Mediterraneo, dal 21 al 28 maggio. Sono alcune delle iniziative volute dalla Regione Piemonte in collaborazione con Costa Crociere e coordinata da Visit Piemonte per portare le eccellenze enogastronomiche piemontesi su Costa Diadema, nave della compagnia italiana.

     

    Gli ospiti italiani e internazionali presenti a bordo avranno l’opportunità di gustare piatti e prodotti del Piemonte a cena navigando tra Savona e Civitavecchia (per poi visitare Oristano, Palma de Mallorca, Valencia e Marsiglia) e di conoscere il territorio con due incontri sulla cultura e la storia gastronomica regionale tenuti dal professor Piercarlo Grimaldi, già rettore dell’Università degli Studi di scienze gastronomiche di Pollenzo-Bra, ma anche tramite video e filmati trasmessi sui monitor a bordo e materiali promozionali in più lingue. È inoltre prevista la presenza a bordo del comico, autore e conduttore televisivo Piero Chiambretti.

    Il nostro prodotto enogastronomico rappresenta un’importante leva economica e un’opportunità per lo sviluppo turistico sostenibile delle aree rurali e di produzione. Questa nuova iniziativa in partnership con Costa Crociere ci consente di inserire un ulteriore tassello nella già articolata pianificazione di comunicazione e promozione dei prodotti di eccellenza e del territorio rivolta al mercato internazionale, nazionale e regionale, dichiarano il presidente e l’assessore alla Cultura, Turismo e Commercio della Regione Piemonte.

    Il presidente ha sottolineato che l’investimento con Costa Crociere si inserisce all’interno della nostra strategia di promozione turistica che ci ha consentito di recuperare i livelli pre pandemia e i nostri numeri continuano a crescere. I primi mesi del 2023 confermano, infatti, che il settore sta crescendo a ritmi importanti: dai dati provvisori, il primo trimestre ha registrato una crescita di circa +19% dei movimenti nazionali e oltre il 30% dei movimenti dall’estero rispetto al 2022. Ad ora si stima una crescita del 9% degli arrivi italiani a consuntivo 2023 che porterà a quasi 3,5 milioni di turisti nazionali sul territorio piemontese, a cui andrà sommato il turismo proveniente dall’estero che è tra i nostri target. Sulla crociera Costa saranno oltre il 60 per cento i passeggeri provenienti dall’estero che potranno assaggiare i nostri prodotti tipici.

    Una ricerca di Ires Piemonte conferma, inoltre, che coniugare la promozione turistica con l’enogastronomia è una strategia vincente, basti pensare al successo dell’export dei nostri prodotti enogastronomici. Rispetto al 2021, le esportazioni piemontesi nel 2022 sono salite a oltre 5,3 miliardi di euro per gli alimentari (+18,5%) e a quasi 2,7 miliardi di euro per le bevande (+6,3%) per un totale di circa 8 miliardi di euro (+14,1%). E questo, ha rimarcato il presidente, è un segnale positivo per l’economia regionale e indica che i produttori locali stanno diventando più competitivi sui mercati internazionali e che la domanda di prodotti alimentari e bevande di qualità sta crescendo.

    Il governatore ha infine evidenziato le buone previsioni per il settore turistico: secondo le stime dell’Osservatorio turistico della regione, che monitora le prenotazioni sui canali di vendita online per la notte tra domenica e lunedì, del “Ponte del 25 aprile”, è ancora prenotabile appena il 12 per cento del totale camere disponibili in Piemonte. Per le notti del 22-23 aprile si evidenzia un ottimo livello di prenotazioni: 92,7% di saturazione Torino e prima cintura cioè la quota venduta rispetto al totale veicolato sui canali online.

    «Il pubblico delle crociere è sicuramente un target sensibile alle attrattive della buona tavola e alla conoscenza delle tradizioni agroalimentari, e il Piemonte terra del “buon vivere” sul tema ha tantissimo da raccontare – sottolinea Beppe Carlevaris, presidente del Cda di Visit Piemonte – Sarà questa un‘occasione importante per far conoscere il nostro patrimonio diffuso di prodotti e di abilità artigianali con le pratiche sostenibili di produzione e consumo. Da Torino, capitale dell’aperitivo, del gianduiotto e dei grissini, al riso DOP delle risaie di Vercelli, Novara e Biella; dal prezioso Tartufo Bianco d’Alba alla nocciola IGP di Langa, alla grande famiglia di squisiti vini, formaggi e salumi prodotti in tutta la regione, in Piemonte la tavola è sempre un’invitante esperienza di qualità e autenticità».

    «Siamo lieti di portare a bordo di Costa Diadema le eccellenze del Piemonte, facendole scoprire ai nostri ospiti e offrendo loro un’occasione davvero unica di conoscere questa splendida regione, a cui siamo legati storicamente. Èun’iniziativa che si sposa pienamente con il nostro impegno per promuovere un turismo di valore, sostenibile e inclusivo, che contribuisca a generare valore economico e sociale nei territori dove operiamo», ha dichiaratoGiuseppe Carino, Vice President Guest Experience & Onboard Revenues di Costa Crociere.

    Il menù dedicato alle eccellenze piemontesi è stato studiato dagli chef di Costa Crociere e in tavola spiccheranno vitello tonnato della tradizione, carne cruda di fassona, agnolotti, Gorgonzola e Castelmagno DOP, riso DOP, i tipici “rabaton” dell’Alessandrino, salsiccia di Bra, nocciole IGP.

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui

    Dal Territorio