Reti inviolate contro il Seravezza per il Bra un altro punto salvezza

BRA – Si è disputato sabato pomeriggio l’anticipo della IX giornata di campionato del Girone A di Serie D .Decisamente un buon punto seppur offrendo, ma il Bra fa un altro piccolo-grande passo verso quella maturità a lungo cercata da Fabrizio Daidola. Il Seravezza non guarisce dalla sciupite e dopo essersi divorati camion di gol contro la Fezzanese capolista, non riesce a sbloccarsi neanche all’Attilio Bravi.

Il Seravezza ci prova ma la tenacia del Bra e una grande dose di sfortuna impediscono di tornare con i tre punti dalla trasferta piemontese. Per il Seravezza finisce a reti bianche, gran parte per i meriti del portiere locale Bonofiglio che chiude più volte la saracinesca di fronte agli avanti avversari. Soprattutto nella prima frazione il portiere si esalta prima deviando sulla traversa una conclusione di Grassi poi dicendo no a un altro tiro del fantasista in giornata di grazia. È poi due volte Frugoli a vedersi strozzata in gola la gioia del gol.

BRA: Bonofiglio, Olivero, Tos, Rossi; Sarr, Bosio (7’st Cuoco), Capellupo, Ghidinelli (7’st Tettamanti, 31’st Marchisone), Ciccone (19’st Cucchi); Casolla, Armato. A disp.: Novallet, Mella, De Santi, Vergnano, Florio, Marchisone. All.: Daidola
SERAVEZZA: Mazzini, Giordani, Maccabruni, Moussafi; Bedini, Bortoletti, Nelli (12’st Podestà), Granaiola; Grassi, Bongiorni (32’st Marinai); Frugoli (44’st Lucaccini). A disp.: Petroni, Fall, Djibril, Andrei, Nannipieri, Latini. All.: Vangioni
ARBITRO: Rispoli di Locri (Monardo di Bergamo e Manzini di Voghera)
NOTE: Ammoniti Bedini, Ciccone, Maccabruni, Olivero