Rassegna Bovina della Razza Albese: Ai Fratelli Canale di Alba il Trofeo della Fiera del Tartufo

305

 

Premiate le aziende vincitrici della “Grande rassegna di bovini piemontesi di sottorazza albese della coscia”, organizzata dal Comune con il patrocinio del Ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali e della Regione Piemonte. L’evento si è svolto nei giorni scorsi, nell’ambito dell’88esima Fiera internazionale del Tartufo bianco d’Alba.

Un saluto particolare agli appassionati della sottorazza albese della coscia che abbiamo cercato di valorizzare – commenta Maurizio Marello, sindaco albese – Dieci anni fa questa manifestazione era ai minimi storici. In questi anni siamo arrivati ad avere in fiera una sessantina di capi, circa. Con questi numeri abbiamo ridato forza e peso ad una bella tradizione della nostra terra. Ringrazio i rappresentanti dei comuni limitrofi e la Ripartizione Urbanistica diretta dall’architetto Alberto Negro, con Franco Drocco che da anni segue questa manifestazione”.

Con questa edizione – ricorda Massimo Scavino, assessore all’Agricoltura – chiudiamo un ciclo decennale per questa fiera riuscita anche quest’anno in termini di qualità e di quantità. Abbiamo riportato al centro della città e dell’interesse mediatico questa bella tradizione albese. L’abbiamo fatto con sacrifici. Perciò, ringrazio gli allevatori che hanno risposto, i nostri uffici che hanno collaborato, le numerose associazioni agricole presenti e gli sponsor. È una rassegna che può crescere ancora. Ringrazio anche Piero Oberto che è il film maker di questa fiera”.

 

Andiamo a scoprire le graduatorie suddivise per categorie

Vitelloni della coscia interi (categoria che concorre per il trofeo Fiera Internazionale del Tartufo, offerto da Mangimi Mottura).

1° Azienda Agricola Fratelli Canale di Alba. A seguire: Az. Ag. Fratelli Verrua di Bra, Agrimacelleria Bricco del Prete di Priocca, Az. Ag. Streri Alberto di Margarita, Az. Ag. La Fazenda di Centallo.

Vitelle della coscia.

1°  Allevamenti Tomatis di Cherasco. A seguire: Az. Ag. Abrate Paolo di Fossano, Az. Agricola Bima Elio e Francesco di Villafalletto, Az. Agricola Protto Giuseppe di Castiglione Falletto, Az. Agricola La Fazenda di Centallo, Az. Agricola Abrate Paolo di Fossano, Az. Ag. Rainero Simona di Asti, Agrimacelleria Bricco del Prete di Priocca, Az. Ag. Fratelli Canale di Alba.

Vitelli Castrati.

1° Azienda Agricola Abrate Paolo di Fossano. A seguire: Az. Ag. Bima Elio e Francesco di Villafalletto, Az. Ag. Mo Luigi e Franco di Govone, Az. Ag. Abrate Paolo di Fossano, Az. Ag. La Fazenda di Centallo, Az. Ag. Le Croci Ceppa di Alba.

Manzi da 2 a 6 denti.

1° Azienda Agricola Mo Luigi e Francesco di Alba. A seguire: Agrimacelleria Bricco del Prete di Priocca, Az. Ag. Il Boschetto di Asti.

Manze da 2 a 6 denti.

1° Agrimacelleria Bricco del Prete di Priocca. A seguire: Agrimacelleria Bricco del Prete di Priocca, Az. Ag. Lerda Mauro di Dronero.

Vacca grassa da macello.

1°  Azienda Agricola Perlo Domenico di Calamandrana. A seguire: Az. Ag. Bianco Franco di Sanfrè, Az. Ag. Fratelli Canale di Alba, Az. Ag. Riberi Osvaldo di Fosano, Az. Ag. Lerda Mauro di Dronero.

Bue Grasso da macello.

1° Azienda Agricola Streri Alberto di Margarita. A seguire: Az. Ag. Il Boschetto di Asti.

Cat. Meticci – Vitelloni Interi.

1° Azienda Agricola Ferrero Gianfranco e Giovanni di Cherasco. A seguire: Az. Ag. La Fazenda di Centallo.

Cat. Meticci – Vielle

1° Azienda Agricola Mo Luigi e Francesco di Govone. A seguire: Az. Ag. Colmo Giuseppe di Monforte, Az. Ag. Abrate Paolo di Fossano; Az. Ag. Mo Luigi e Francesco di Govone.