Rapinò due auto lungo la statale 231: «Ero fuori di me»

315
L'uomo fu inseguito dai carabinieri. Tra Bra e Alba (foto di repertorio)

Aveva terrorizzato un’intera famiglia (papà, mamma e due bambini), poi una donna in entrambi i casi per rapinare, sotto la minaccia di una pistola poi rivelatasi falsa e di un coltello, le loro vetture bloccate mentre transitavano sulla Ss 231 tra Bra e Alba. Con entrambe le macchine si era poi andato a schiantare, nel secondo caso dopo aver tentato di speronare i carabinieri che lo inseguivano. Era successo lo scorso 29 luglio. Protagonista dei fatti un immigrato della Romania, O. Z., 30 anni di età. Al processo per rapina aggravata, porto abusivo di armi e resistenza a pubblico ufficiale, l’uomo ha spiegato di aver agito così perché era fuori di sé nel disperato inseguimento della moglie: secondo il suo racconto lei lo aveva lasciato fuggendo insieme alla figlia piccola dopo una lite. O. Z. ha patteggiato una pena che deve ancora essere definita dal giudice.