LANGA DEL BAROLOGrinzane CavourLANGHECRONACA
In primo piano

Rapina al Gallo, si svolgerà questa mattina l’attesa perizia balistica

GALLO GRINZANE – Si terrà questa mattina, giovedì 20 maggio, l’attesa perizia balistica che il sostituto procuratore di Asti, Davide Greco ha disposto per ricostruire l’esatta dinamica della tentata rapina del 28 aprile a Grinzane Cavour, ai danni del gioielliere Mario Roggero.

La perizia balistica fornirà un ulteriore tassello alla Procura della Repubblica per ricostruire la rapina finita in tragedia l’altra settimana a Grinzane Cavour. I colpi sparati dal titolare della gioielleria assaltata dai banditi sarebbero stati 4. Resta da chiarire quanti dentro e quanti fuori dal negozio dove sono caduti morti Giuseppe Mazzarino, 58 anni, torinese e Andrea Spinelli, braidese di 44. Un altro proiettile ha ferito al ginocchio della gamba destra Alessandro Modica, 34 anni, albese. Modica, arrestato, sta collaborando con gli inquirenti e ha già fornito una sua versione dei fatti a quanto pare diversa da quella del gioielliere, Mario Roggero, 67 anni, indagato per omicidio colposo per eccesso di legittima difesa. La perizia dell’ing. Stefano Conti completerà il quadro già delineato da rilievi scientifici, testimonianze e autopsie.

Queste, eseguite dal medico legale Francesco Romanazzi, saranno relazionate entro 60 giorni al Pm Davide Greco e al procuratore capo di Asti Alberto Perduca. I funerali sono stati celebrati settimana scorsa a Bra e a Torino. Intanto, in una traversa di via Garibaldi poco lontana dalla gioielleria, è stata rinvenuta quella che potrebbe essere la seconda auto, forse predisposta dai banditi per la fuga e magari condotta da un quarto uomo finora rimasto sconosciuto. E’ una Peugeot 208 nera. A bordo c’era un cellulare che come gli altri di tutti i presenti sulla scena del crimine è stato sequestrato per l’analisi di un altro esperto, Giuseppe Dezzani.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button