Raduno degli Alpini roerini: tutto è pronto per l’invasione

Due giorni intensi per le penne nere che si ritroveranno all’annuale appuntamento

Il prossimo fine settimana è in programma il tradizionale appuntamento con gli Alpini del Roero. Il raduno 2019 sarà ospitato dal comune di Vezza d’Alba nelle giornate di sabato 1 e domenica 2 giugno. Il programma allestito è decisamente intenso e prenderà il via alle ore 15.30 di sabato 1° giugno nei pressi della “Croce luminosa” di Montà. Si partirà con una breve commemorazione dei caduti e dispersi della Campagna di Russia e con l’accensione della fiaccola alpina che, tramite una staffetta, raggiungerà lentamente l’abitato di Vezza, transitando nei pressi dei monumenti di Madonna delle Grazie, Santo Stefano Roero e Sant’Anna. Alle ore 17.45 la staffetta sosterà nel piazzale del cimitero (via Divisione Alpina), dove sarà “affiancata” dallo zaino alpino proveniente da Magliano Alfieri. Da quel momento partirà la prima sfilata delle penne nere che cammineranno in direzione di piazza San Martino, dove omaggeranno anche gli ospiti della casa di riposo. Alle 18.30 è prevista la presentazione del libro “100 anni dell’Associazione Nazionale Alpini” e a seguire ci sarà la merenda sinoira, che sarà preparata dalla Pro loco nel salone manifestazioni di piazza San Bernardo. La prima giornata si chiuderà alle ore 20.30 nella chiesa parrocchiale di San Martino, con una serata dedicata ai cori. Si esibiranno “La Stella Alpina” di Alba, “I Cantur” di Ferrere, “I Cersulin” di Ceresole e il Coro Ana di Moncalieri. Domenica 2 giugno si inizierà alle 8.30 con l’ammassamento in piazza San Pancrazio a Borbore. I partecipanti potranno iscriversi al raduno, prenotare il “rancio” e consumare la colazione offerta dal Gruppo Alpini di Vezza. Alle 9.30 partirà la sfilata per le vie della frazione. Gli alpini, accompagnati dalle bande di Vezza, Corneliano e Diano d’Alba, raggiungeranno piazza San Carlo dove è previsto la scoprimento della lapide in onore dei Caduti. Il saluto delle autorità precederà la celebrazione della santa messa. Alle 12 è previsto l’ammainabandiera. Ma prima del “rompete le righe” ci sarà ovviamente spazio per il grande raduno conviviale organizzato nella tensostruttura allestita in piazza San Carlo. Il pasto sarà preparato dal catering “Il picchio rosso”.

X