Qualità della vita: la provincia di Cuneo all’ottavo posto nella classifica nazionale

I dati forniti da ItaliaOggi e Università La Sapienza di Roma, in collaborazione con Cattolica Assicurazioni, analizzano diversi indicatori: affari e lavoro, ambiente, istruzione e formazione, tempo libero e turismo.  Sono 65 su 107 le province italiane in cui la qualità di vita è buona o accettabile: un dato che risulta il migliore degli ultimi cinque anni. La classifica evidenzia anche che si tratta di tutte province al Nord. Per incontrare le prime province del Sud bisogna arrivare al 69° e al 70° posto, dove compaiono le lucane Potenza e Matera.

Se emerge chiaro che si vive meglio nelle province di piccole e medie dimensioni piuttosto che nelle grandi città, è pur vero che alcune migliorano la loro posizione come Milano che passa dal 55° al 29° posto e Bologna dal 43° al 13° posto. Milano apre anche la classifica sul tenore di vita, seguono Bologna, Monza e Brianza e Trieste. Torino rientra nella top 50, passando dal 78° al 49° posto, facendo meglio di Roma, risalita dall’85° al 76° posto, ma che resta penultima tra le metropoli.

X