BRAScuola

Progetto Display a Bra per i giovani tecnologici

Ha fatto tappa a Bra il laboratorio multimediale del Progetto Display, percorso didattico-esperienziale che promuove l’uso consapevole e coinvolgente dei nuovi media digitali tra i ragazzi in età scolare, dai 9 ai 13 anni, accanto a percorsi di formazione rivolti agli adulti che condividono il loro percorso di crescita.

Lo spazio visite Display, attivo dal 2017 nel centro Steadycam di Alba e promosso da Città di Bra e Asl Cn2 con il contributo di Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo, per un’intera settimana ha portato le sue proposte in trasferta sotto la Zizzola. Questo è avvenuto nei locali del centro di aggregazione giovanile “Grooving Factory” promosso dal Comune e gestito dalla cooperativa Lunetica presso la sede della Media “Dalla Chiesa” in via Brizio.

Oltre 100 i ragazzi delle scuole Medie cittadine che hanno vissuto l’esperienza educativa e interattiva “Display” a Bra, che si sommano agli oltre 2.000 raggiunti nel corso di questi due anni di attività. Gli studenti in visita hanno potuto conoscere e sperimentare il mondo digitale nelle stanze tematiche, prendendo parte a giochi, sfide e laboratori, interagendo con se stessi, i compagni, gli educatori del Centro e le tecnologie. In particolare, suddivisi in piccoli gruppi, nella stanza “Making” hanno letteralmente “messo le mani” dentro la tecnologia, smontando e rimontando pc e smartphone e riflettendo sull’obsolescenza di tali strumenti, perché la conoscenza è la migliore strada verso un uso consapevole. Nella stanza “Gaming” gli studenti braidesi sono entrati nel mondo dei videogiochi, giocando davvero su console e tablet e con caschi e visori per realtà virtuale, per poi riflettere insieme su sensazioni, percezione e rischi. Nella stanza “Storie”, infine, hanno provato a trasformare le immagini in “digital storytelling”, per scoprire come usare le tecnologie in modo attivo e creativo.

Un tempo importante è stato come sempre dedicato, al termine di ciascuna attività, alla riflessione e al confronto sulle esperienze vissute, condividendo insieme emozioni, idee e domande.Questo con l’obiettivo di attivare uno “sguardo critico” sui comportamenti e sulle relazioni mediate dalle nuove tecnologie.

Le attività del Centro Display sono gestite dagli operatori dello staff Steadycam del Dipartimento delle dipendenze dell’Asl Cn2. Il progetto prevede anche interventi educativi rivolti ai minori, serate informative per genitori e formazione rivolta ai docenti delle scuole del territorio.

Mostra altri

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Apri chat