ALBACRONACA
In primo piano

Profonda commozione ad Alba per la scomparsa dell’enologo Mauro Daniele

ALBA – Un male incurabile si è portato via Mauro Daniele, ricoverato da qualche giorno presso l’Hospice di Bra. Classe ’63, enotecnico diplomato alla Scuola Enologica di Alba, era titolare, insieme con il fratello Savio dell’Azienda Agricola Le Strette di Novello. Conosciutissimo nell’ambiente, Mauro era stato tra i riscopritori della Nas-cetta, vitigno autoctono a bacca bianca, coltivato storicamente nelle terre del Barolo. Fu proprio lui tra i primi a metterlo in commercio e tra i fondatori dell’Associazione produttori di Nas-cëtta del Comune di Novello.
Innumerevoli gli attestati di cordoglio sul suo profilo Facebook. Quello più significativo è di Daniele Manzone, direttore del Consorzio I vini del Piemonte, di cui l’azienda Le Strette faceva parte: «Sei stato un capo saggio a cui chiedere consigli. Mi hai obbligato ad andare in Borgogna perché li avrei imparato ed accidenti quanto hai avuto ragione. Hai incantato i partecipanti di master class in ogni parte del mondo con la tua competenza. Sei stato un compagno di viaggio con cui ridere talvolta fino alle lacrime. Ci hai insegnato che i problemi e le disavventure si affrontano combattendo a testa alta ed anche in questa ultima situazione lo hai dimostrato. Mauro, sei stato un grande. Sei stato un vero amico».
I funerali si svolgeranno martedì 27 luglio alle 10 nel santuario NS della Moretta di Alba, mentre la veglia di preghiera sarà recitata lunedì 26 luglio alle 20.30. Fino a quel momento Mauro sarà accolto nella sala del Commiato in Corso Cortemilia 17/E ad Alba.
Mauro Daniele lascia la moglie Donata, il figlio Lorenzo, la mamma Giuliana, i fratelli Pierluigi e Savio (con la moglie Silvia e la nipote Ludovica).
Eventuali offerte saranno destinate alla ricerca sul Cancro.

(vedi manifesto di lutto)

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button