dal PiemonteAttualità

Positivo il turismo in Piemonte nel 2021

el 2021 per il turismo in Piemonte si è registrato un forte incremento nel 2° semestre, con +62% di pernottamenti quando l’apertura della mobilità ha permesso la ripresa del consumo turistico, fra luglio e dicembre e, ad agosto, movimenti turistici oltre i livelli 2019: +1% di arrivi e +7% dei pernottamenti trainati maggiormente dalla componente nazionale.

Infatti, rispetto al 2019 i movimenti turistici nelle strutture ricettive sono ancora in difetto di circa il 34% a causa della mancata stagione invernale 2020/2021 e della fase primaverile ancora provata dagli effetti delle misure sanitarie. Il trimestre estivo di luglio-settembre ha visto un incremento di arrivi e presenze: rispettivamente +38% e +43% rispetto allo stesso periodo del 2020, riducendo la flessione verso l’analogo periodo del 2019 a -8%. In aumento anche le recensioni online riguardanti il Piemonte, che nel 2021 fanno segnare +15,4% rispetto al 2020.

“Il turismo del Piemonte corre a velocità doppia rispetto al resto di Italia e questo ci rende orgogliosi, perché testimonia l’eccellenza di un territorio straordinario e di coloro che vi lavorano ogni giorno – ha sottolineato in conferenza stampa il presidente della Regione Alberto Cirio -. Continueremo a sostenere questo patrimonio prezioso attraverso la promozione e rilanciando il successo dei nostri voucher vacanza. Con una soddisfazione in più. Nelle migliaia di recensioni positive di chi viene in Piemonte, la nostra regione viene percepita come una delle più sicure anche dal punto di vista sanitario e questo è merito della nostra campagna vaccinale”.

Valutando gli andamenti nei territori di competenza delle Agenzie Turistiche Locali, tutti hanno incrementato i movimenti rispetto al 2020, riducendo il divario registrato l’anno scorso in confronto al 2019. I migliori risultati si registrano nelle aree di Langhe Monferrato Roero e di Biella Valsesia e Vercelli che presentano un consuntivo 2021 in difetto di meno del 20% rispetto al 2019. In maggiore difficoltà il territorio di Turismo Torino e Provincia che, pur registrando un incremento del 53% di arrivi e 32% di pernottamenti, evidenza un calo del 44% rispetto ai movimenti 2019, rimanendo tuttavia la prima destinazione piemontese, con oltre 4milioni di pernottamenti e 1milione e 400mila arrivi. Seguono il Distretto Turistico dei Laghi con 2milioni e 800mila presenze e oltre 790mila arrivi, e Langhe Monferrato Roero con oltre 1milione di pernottamenti e quasi 470mila arrivi.

“Il Piemonte del turismo ha avviato la ripresa lentamente ma con costanza. E secondo quanto rilevano le recensioni online, il barometro della nostra reputazione e origine di quel passaparola che rappresenta una delle migliori pubblicità possibili, lo sta facendo con una marcia in più – ha commentato l’assessore regionale al Turismo, Vittoria Poggio – Il Piemonte si sta confermando un faro per i grandi eventi, ma molti altri sono stati gli elementi che hanno contribuito ai buoni risultati del 2021. Innanzitutto i voucher vacanza regionali, finanziati con 6,5 milioni, che hanno generato una ricaduta di circa 50 milioni: ne abbiamo venduti 53.665 e adesso pensiamo di rilanciarli per il 2022 con ulteriori 1,2 milioni. Non abbiamo ancora raggiunto i livelli pre-pandemia, ma tutto contribuisce a renderci ottimisti”.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
PHP Code Snippets Powered By : XYZScripts.com