PocapagliaROERO SUDROERODal Comune

Pocapaglia: tasse, imposte e tariffe dei servizi: costi tutti “congelati”

Nessun aumento delle imposte e delle tariffe dei servizi a domanda individuale. Così ha già deciso la Giunta comunale di Pocapaglia nell’ambito della predisposizione del bilancio previsionale 2023. L’Imu che si applica solo su fabbricati diversi dalla prima casa e relative pertinenze, resta allo 0,8% (esenti anche terreni agricoli ed edifici rurali strumentali al­l’attività agricola). L’addizionale Irpef allo 0,6%. Sui livelli 2022 continueranno a essere applicati Cosap (Canone unico per l’occupazione di suolo pubblico), i balzelli sulla pubblicità, le affissioni e l’imposta di soggiorno. Anche la tassa sui rifiuti, dai cui introiti il Municipio deve compensare per intero i costi di raccolta e smaltimento del pattume, non dovrebbe aumentare: dipende dai costi della discarica. Nessun rincaro dovrebbe scattare per usufruire del trasporto scolastico, per i servizi cimiteriali, i diritti di segreteria sull’Urbanistica e le mense degli alunni di Materna, Primaria e Medie. Il piano finanziario predisposto dal sindaco Antonio Luigi Riorda con i suoi collaboratori, dovrà essere ratificato definitivamente dal Consiglio comunale.

Sponsorizzato

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button