BRAAttualità

Piccoli ambientalisti crescono all’asilo “Gina Lagorio”

Il rispetto per la città e per l’ambiente si impara da piccoli

“Rispetta l’ambiente! Raccogli le sigarette e gli escrementi dei tuoi cani. La natura è di tutti”. Questi alcuni messaggi appesi per qualche ora dai bambini della sezione E (arancioni) della scuola dell’Infanzia “Gina Lagorio” di Bra lungo la strada che porta verso piazza Giolitti. «L’idea dei messaggi è loro» – raccontano le maestre Fabiola Bertolami, Luisa Manzone e Valentina Gallo. Durante tutto l’anno la classe ha molto lavorato sul tema del rispetto dell’ambiente e quando le docenti hanno chiesto ai bimbi cosa si sarebbe potuto fare per sensibilizzare gli adulti, hanno proposto di appendere cartelli in città. «Vero è che altre proposte sarebbero risultate un po’ estreme – aggiungono le maestre –, visto che i piccoli ambientalisti hanno anche proposto di mettere in prigione chi sporca a terra!». Un lavoro iniziato a settembre e proseguito fino a giugno, approfondendo il tema dell’inquinamento dei mari partendo dalle isole di plastica, fino a quello dei giardini sotto casa e delle stesse vie che percorriamo tutti i giorni. «I bambini si sono dimostrati interessati e sensibili al tema, e sono proprio loro a rimproverare la gente per strada quando non rispetta le regole». Ed è un bene che sia così, loro sono il nostro futuro: c’è bisogno di bambini consapevoli e attenti se vogliamo davvero salvare questo nostro pianeta. ».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
PHP Code Snippets Powered By : XYZScripts.com