Pessione vuole dimettersi? Il suo vice: «Ora lo escluderei»

Almeno fino a fine anno la Giunta comunale di Sommariva del Bosco dovrà fare a meno del suo capo, il sindaco Matteo Pessione. Colpito da un malore il mese scorso, da Cuneo è stato trasferito in clinica a Rodello per la terapia riabilitativa. Le redini del governo in Municipio sono passate nelle mani del suo vice, Marco Pedussia.

«Non avrei mai voluto trovarmi in questa situazione ma non mi spaventa, stiamo lavorando regolarmente e in contatto con Pessione» – dice al “Corriere” il suo sostituto. Pedussia ha convocato per le ore 21 di mercoledì 17 luglio il Consiglio comunale alla seconda seduta dopo le recenti elezioni. Tra i punti all’ordine del giorno, la ratifica di una variazione al bilancio «messa a punto – spiega il vicesindaco – per finanziare una prima parte del programma di governo». E aggiunge: «Abbiamo anche avviato una riorganizzazione dell’operato de­gli uffici del Municipio che andrà a regime in primavera».

Per allora Pessione sarà tornato al suo posto? Quale credito si deve dare alle voci che girano e preconizzano, invece, le dimissioni? Pedussia: «Al momento mi sentirei di escludere un simile scenario se penso al fatto che soltanto questa settimana dal punto di vista del recupero fisico ha fatto passi da gigante. Certo, ne avrà ancora per tutto l’autunno. Ma lui non mi ha mai fatto capire di non avere più voglia di fare il sindaco. Anzi, mi chiede sempre di Sommariva. Io e tutti i collaboratori gli siamo vicini e lo aspettiamo».

X