Dall'AstigianoAttualità
In primo piano

Per il secondo anno consecutivo non si disputerà il Palio di Asti

ASTI – Niente Palio di Asti anche quest’anno. A comunicarlo ufficialmente, con una lettera scritta a mano e inviata a tutti i Rettori dei borghi e dei comuni, è stato il sindaco di Asti, Maurizio Rasero.
La decisione, che in molti si aspettavano ma speravano non arrivasse, è invece giunta: l’annullamento di quella che è la più celebre manifestazione astigiana, il Palio. Nonostante le prime prove e le prime monte da parte dei fantini avvenute una settimana fa nello stadio cittadino, tanta era l’incertezza da parte di tutto il mondo del Palio sulla gara. Si farà? Come si riuscirà a far rispettare le norme anticovid? Quanti saranno gli spettatori? Rasero dopo aver incontrato i Rettori, essersi confrontato con la Giunta, la Prefettura e tutto il mondo che ruota intorno al Palio, ha preferito non rischiare e annullare la manifestazione che si sarebbe dovuta tenere il prossimo 5 settembre. A pesare le troppe incertezze e le difficoltà causate dalla variante Delta che fa impennare i casi di positività.
Nella lettera il primo cittadino astigiano ha spiegato i motivi che l’hanno portato alla decisione: “Le troppe incertezze dovute all’evoluzione del quadro epidemiologico che impedisce di sapere oggi quello che ci troveremo ad affrontare fra cinque settimane ed i forti dubbi sulla buona riuscita della Nostra Festa, privata di numerosi suoi aspetti ed elementi irrinunciabili hanno fatto maturare in me la convinzione che sia giusto andare in questa direzione”.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button