In pellegrinaggio sul cammino di fratel Bordino

Quarta edizione in arrivo per il pellegrinaggio da Bra (santuario Madonna dei Fiori) e Castellinaldo d’Alba: seguendo i passi del beato fratel Luigi Bordino il quale compì lo stesso itinerario nel 1946 al ritorno dalla campagna di Russia, per chiedere alla Vergine di benedire il suo cammino di vita. Accadrà sabato 24 giugno con l’organizzazione a cura di Parrocchia e Comune del piccolo paese roerino, in collaborazione con l’Azione Cattolica e il Centro sportivo italiano.

Circa 26 chilometri, con la possibilità di unirsi in itinere. Ritrovo nella castellinaldese piazza delle Aie alle ore 7 del mattino, per il trasferimento nel luogo sacro braidese a mezzo bus. Dopo la benedizione al santuario ci si metterà in marcia: con passaggi a Pocapaglia (ore 10.20), Sant’Antonio di Monticello (11.30) e nel conterraneo pilone si S. Giacomo (a mezzogiorno), mentre alle 12.20 nella monticellese cappella di Madonna della Guardia ci sarà la sosta per il pranzo. Alle 13.20 la ripartenza: con passaggi in piazza Cottolengo a Corneliano (14.15), in piazza a Piobesi (15.10) e a Borbore di Vezza d’Alba presso il bivio per Castagnito (16.10). Giunti alla meta i fedeli coroneranno questo percorso di fede con una meditazione presso il pilone dedicato al Beato. Seguirà la cena della solidarietà che si terrà sul luogo dalle 19.30, cui potranno partecipare tutti. L’evento si svolgerà con qualsiasi condizione meteo e si avvarrà della sinergia con i gruppi alpini e di Protezione civile dei Comuni in cui transiterà il percorso, la Pro loco castellinaldese, l’associazione Castrum Aynaldi, la Diocesi e la Famiglia Cottolenghina a il cui nome di Bordino è strettamente legato.

Per ulteriori dettagli fare affidamento sui referenti Michael Isnardi (tel. 333/98.92.173) e Marina Cerrato (335/87.93.604), oppure scrivere a castellinaldo@fratelluigibordino.it.