ALBAAttualità
In primo piano

Palio alla Moretta Ma serve il “var” le immagini più belle sul Corriere oggi in edicola

ALBA – Al Palio degli Asini di domenica 3 ottobre il Borgo Moretta ha vinto il terzo Palio in quattro anni, in una edizione che si è rivelata complicata sotto vari punti di vista. Il pubblico è tornato e ha dovuto sopportare con pazienza un po’ di pioggia. Le batterie sono state precedute dell’esibizione degli sbandieratori della Città di Alba, di un gruppo di brave ballerine del gruppo “New Dance” con la musica delle allieve dell’istituto comprensivo della Moretta e dagli armati del Gruppo Scherma di Alba. A seguire la prima batteria, che ha visto purtroppo la caduta della fantina di San Martino, Carlotta Veglio. Portata in ospedale, sono state escluse per fortuna conseguenze serie.

Per quanto concerne la gara, Moretta, col fantino Daniele Marciano, ha subito preso il comando, tenendolo fino alla fine, inseguito da Rane e Patin e Tesor. Gli altri classificati in finale sono stati Santa Rosalia e Fumo. Con la seconda batteria si è assegnato anche il Palio delle Città gemelle. È partita subito forte Moretta ma il comando è stato poi preso da Brichett, che lo ha tenuto fino all’arrivo dopo tre giri seguita da Santa Rosalia, Moretta e quarto San Lorenzo. Il Palio delle Città gemelle è stato assegnato a Böblingen associato all’asino della Moretta. Dopo l’esibizione degli sbandieratori di San Lorenzo e Santa Rosalia è arrivato il momento della finale. L’asino del Borgo Moretta è partito subito bene tallonato da Rane, Fumo e Brichett, quest’ultimo è caduto subito frenando così la sua corsa, ma ha poi ripreso di buona lena; intanto Moretta ha proseguito la sua gara di testa tallonato dall’asino di Rane, che ha coronato la rimonta al terzo giro, col sorpasso, ma è caduto subito dopo, a quel punto Moretta ha ripreso la testa ma subito dietro c’era Brichett. A breve distanza dal traguardo si è decisa la corsa: l’asino di Brichett che inseguiva sarebbe stato ostacolato dall’altro asino del Borgo Moretta, che era stato doppiato.

Moretta ha così tagliato per primo il traguardo seguito da Brichett e Rane. Alcuni giudici di gara hanno ravvisato una scorrettezza del fantino doppiato della Moretta ed è scoppiata una discussione fra i presidenti dei borghi. La contestazione della Moretta ha spinto giudici alla valutazione delle immagini disponibili per arrivare a un verdetto. In realtà si è atteso a piuttosto a lungo questo “Var” del Palio. La decisione è arrivata poco dopo le 18.30, vittoria confermata a Moretta e squalifica per un anno per l’altro fantino, l’autore della scorrettezza su Brichett.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button