Ottobre e la prevenzione dei tumori femminili: la diagnostica senologica nei centri Affidea

Il cancro alla mammella rappresenta la più frequente diagnosi oncologica della donna: fondamentale è una diagnosi il più precoce possibile

0
4

Ottobre e la prevenzione dei tumori femminili: il decimo mese dell’anno è tradizionalmente dedicato all’informazione e alla sensibilizzazione relative a questa particolare tematica. In particolare l’obiettivo è chiarire un concetto tanto semplice quanto fondamentale: in caso di cancro alla mammella, la percentuale di successo della terapia dipende dal momento della diagnosi. Significa che più sarà precoce e maggiormente sarà alta. Da qui il ruolo chiave della diagnostica senologica, servizio erogato nei centri CDC | Affidea di Torino, Settimo Torinese, Rivoli, Novara e Biella, sempre con professionisti specializzati e apparecchiature all’avanguardia.

Ottobre e la prevenzione dei tumori femminili

Parlare di prevenzione, soprattutto legata al tema dei tumori femminili, è importantissimo. Nel nostro paese ogni anno si ammalano di cancro alla mammella circa 48mila donne (a cui vanno aggiunti 300 uomini) e si tratta della più frequente diagnosi oncologica nel sesso femminile. La mortalità è però in continuo calo: ciò è dovuto sicuramente all’efficacia delle nuove terapie, ma non solo, perché come accennato in precedenza, è fondamentale una diagnosi precoce, in grado di individuare il tumore nelle sue fasi iniziali. Scovando precocemente anche le micro lesioni e intervenendo con tempestività, aumentano notevolmente le possibilità di sopravvivenza e la qualità di vita in caso di tumore.

Il percorso di diagnostica senologica

All’interno dei centri CDC | Affidea ogni donna può sostenere un vero e proprio percorso di diagnostica senologica. Il primo passo è la visita senologica, seguita dalla mammografia digitale 3D – Tomosintesi (DBT) e infine l’ecografia mammaria. La mammografia digitale con Tomosintesi consente un’acquisizione stratigrafica del seno, distinguendo le diverse strutture anatomiche e superando la densità del tessuto.

Ecografia mammaria

Al salire della densità mammaria si riduce la capacità di individuare le lesioni dalla singola mammografia. Qui entra in gioco l’ecografia mammaria: con questo strumento è possibile esplorare il tessuto ghiandolare individuando le eventuali aree solide sospette; inoltre va specificato che si tratta di un esame non doloroso per la paziente.

Informazioni utili

Per maggiori informazioni consultare il sito www.gruppocdc.it. La diagnostica senologica si può eseguire presso le sedi CDC | Affidea di:

Rivoli, corso Francia 10
Novara, via Gnifetti 22
Torino, corso G. Ferraris 36
Settimo Torinese, via Cavour 38
Biella, via P. Volpi 2

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui