ROERO ESTROEROPrioccaSanità
In primo piano

Oltre 1500 prime dosi somministrate nei comuni del Roero: il bilancio del centro vaccinale di Priocca

PRIOCCA – Circa 1.500 “prime dosi” somministrate, tutte con il vaccino Pfizer, e una certezza: il Centro intercomunale di Priocca, attivato a partire dallo scorso 5 giugno, è stata una risposta istituzionale efficace oltre che fortemente voluta tanto dal sindaco Marco Perosino, tanto dai colleghi dei Comuni di Castagnito, Magliano Alfieri, Govone, Castellinaldo d’Alba e Guarene. Perché, sostanzialmente, ha fornito alla popolazione un’opportunità di mettersi in guardia dal Covid-19 praticamente “sotto casa”, come utile alternativa alle strutture sanitarie di Verduno e Alba, oltre che ovviamente agli altri centri operanti sul territorio dell’Asl Cn2. Attivato ogni fine settimana, il sabato e la domenica, secondo le stime del primo cittadino e senatore doverebbe restare operativo sino al periodo tra fine agosto e inizio settembre, continuando ora a ritmo spedito con le seconde dosi di vaccino programmate qui per coloro i quali hanno effettuato in loco il primo turno: con un nutrito staff di medici, infermieri e amministrativi volontari, la direzione sanitaria a cura del dottor Andrea Scanavino e il coordinamento operativo affidato alla vice sindaco Enrica Ponte coadiuvata dalla funzionaria comunale Francesca Casta e dal consigliere Claudio Stirano con Piero Roagna “regista” dei tanti volontari di Protezione Civile dei differenti Comuni che si sono alternati a rotazione in queste settimane. Un centro “valido”, spazioso, e bello a vedersi in funzione, quello allestito nella palestra di via Giardina: e un plauso anticipato a tutti coloro che, nella richiesta di collaborazione, hanno risposto “presente”. Il Roero buono è anche questo, e la storia è già passata anche di qua.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button