ALBACRONACA

Oggi pomeriggio al Mussotto l’ultimo saluto al ricercatore albese Davide Giri

ALBA – “La tua morte, Davide, è stata una sciagura. Ma tu sei vivo in mezzo a noi. Se la mano di un folle emarginato di New York ti ha tolto la vita del corpo, resterà viva per sempre la vita che ci hai lasciato come tuo ricordo: il tuo esempio, la generosità nei confronti dei colleghi, degli amici, di chiunque fosse in difficoltà, la modestia che hai conservato pur a fronte dei risultati eccezionali che hai raggiunto come ricercatore universitario e dottorando”.

Così don Franco Gallo, parroco di Mussotto, ha voluto ricordare la figura di Davide Giri, il ricercatore universitario albese morto a New York in seguito alle ferite inferte da un folle che, in quel modo, avrebbe dimostrato di essere degno di entrare a far parte di un banda di malviventi. L’accorato e commosso ricordo è stato tracciato nel corso della Messa funebre che è stata celebrata sabato – 18 dicembre – nella nuova chiesa parrocchiale di Mussotto alla presenza di tantissime persone che hanno voluto salutare Davide e stringersi intorno alla mamma Pina, al papà Renato, al fratello Michele, alla sorella Caterina, alla nonna Rita e alla fidanzata Ana nel momento forse più difficile per chi piange una persona cara. Tanti, tantissimi i giovani, i compagni di scuola del Liceo Cocito, dell’Università, gli amici conosciuti facendo volontariato o giocando a pallone e poi lasciati per mettere a frutto i talenti che Dio gli aveva dato.

“Talenti – ha commentato don Franco Gallo a commento del Vangelo – che hai riconosciuto e coltivato con la massima cura ottenendo risultati di grandissimo rilievo nella vita pur così breve. Ci sono due modi di affrontare un dolore così grande: accettare o dimenticare. Quasi tutti scelgono una di queste strade: la meditazione del dolore o la negazione attraverso l’amnesia. Solo gli eroi riescono a farsi compenetrare da entrambe queste scelte. La promessa che ti facciamo è quella di impegnarci per essere eroi.

La Santa Messa di Trigesima sarà celebrata il 6 gennaio alle ore 11 nella Parrocchia della Trasfigurazione a Mussotto.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button