LANGHELANGA DEL BELBOSan Benedetto BelboCRONACA
In primo piano

Oggi l’ultimo saluto di un’intera comunità a Don Toio Delpiano

SANTO BENEDETTO BELBO – Sono stati celebrati oggi pomeriggio, lunedì 7 settembre,  i funerali di Don Vittorio Delpiano.

Questa l’Omelia del Vescovo:

Carissimi fratelli e sorelle, amici di don Vittorio, per tutti don Toiu.

Siamo raccolti in questo salone pensando al territorio dove don Toiu ha vissuto, dove il cielo sovrasta con la sua bellezza e la natura del circondario di questi luoghi di alta Langa rendono questo posto un canto al creatore che ci ha donato tutte queste bellezze naturali di cui noi ci sentiamo custodi, come più volte papa Francesco ci ha insegnato con i suoi scritti e discorsi

“Quando i nostri occhi sono illuminati dallo Spirito si aprono alla contemplazione di Dio, nella bellezza della natura e nella grandiosità del cosmo, e ci portano a scoprire come ogni cosa ci parla di Lui, e ogni cosa ci parla del suo amore. Tutto questo suscita in noi grande stupore e un profondo senso di gratitudine! È la sensazione che proviamo anche quando ammiriamo un’opera d’arte o qualsiasi meraviglia che sia frutto dell’ingegno e della creatività dell’uomo: di fronte a tutto questo, lo Spirito ci porta a lodare il Signore dal profondo del nostro cuore e a riconoscere, in tutto ciò che abbiamo e siamo, un dono inestimabile di Dio e un segno del suo infinito amore per noi…”

Sono contento che don Toiu sarà soddisfatto di congedarsi da noi nella sua San Benedetto Belbo di cui lui era parte viva integrante e dove ha lasciato un’impronta profonda scolpita sulla pietra di cui tutti voi siete testimoni.

“Cercate invece, anzitutto, il regno di Dio e la sua giustizia, e tutte queste cose vi saranno date in aggiunta. Non preoccupatevi dunque del domani, perché il domani avrà già le sue inquietudini. A ciascun giorno basta la sua pena.” (Mt 6, 33-34).

 

Don Vittorio, per tutti Toiu, era mancato nella notte di venerdì 4 settembre, ricoverato ad Asti in terapia intensiva per problemi cardiaci.

Nacque il 29 maggio 1947 e, dopo gli studi in Seminario, venne ordinato da Sua Ecc.za Mons. Luigi Bongianino in Cattedrale il 27 giugno 1971. Dopo una collaborazione presso la parrocchia di S. Bartolomeo in Castagnole Lanze nel 1973 don Toiu si trasferì a San Benedetto Belbo dando sempre la sua disponibilità a collaborare pastoralmente nelle parrocchie di Niella Belbo, Feisoglio e Cravanzana.

Appassionato da sempre della natura, nel casale di S. Benedetto Belbo custodiva 110 specie diverse di piante di Langa, e della preservazione le antiche modalità di lavorazione della pietra di Langa che insegnava alle nuove generazioni.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button