dal PiemonteEconomia & Lavoro

Offerte luce: SosTariffe scova le più convenienti

Passare dal mercato tutelato al mercato libero è ancora una scelta valida e conveniente per alleggerire la bolletta della luce, specie se si opta per un’offerta a prezzo variabile, monoraria o multi-oraria. L’ultima indagine condotta da SosTariffe.it stima un risparmio massimo fino al 24,2%. Sempre meno sono le offerte convenienti a prezzo bloccato. I rincari degli ultimi mesi hanno accresciuto la convenienza delle tariffe a prezzo variabile che ora sono più “a portata di tasca” rispetto a quelle a prezzo fisso. Si riducono, invece, le differenze, in termini di risparmio, tra offerte mono e multi-orarie e sempre meno sono le tariffe, più economiche del mercato tutelato, che bloccano il prezzo dell’energia (o del gas) per 1 o 2 anni.  Lo studio ha esaminato tre diversi profili-tipo di consumo che presentano una fornitura di energia elettrica per residenti con una potenza impegnata di 3 kW e con un fabbisogno annuo indicato in 1.400 kWh (single), 2.400 kWh (coppia) e 3.400 kWh (famiglia con due figli). Se consideriamo la situazione del single ci accorgiamo che potrà beneficiare di maggior vantaggio sottoscrivendo un’offerta multi-oraria a prezzo variabile. Così potrà risparmiare circa il 24% rispetto ai prezzi fissati da Arera per il mercato tutelato. Anche una monoraria a prezzo variabile rappresenta per questo profilo una buona opportunità in termini di taglio dei costi (- 17%). Sempre convenienti ma in misura minore le offerte a prezzo fisso, mono orarie (-13%) e multi-orarie (-12%). L’analisi prospetta una situazione simile anche per la coppia. Il maggior risparmio (-20%) si riscontra aderendo alle offerte nel mercato libero a prezzo variabile, multi-orarie o monorarie. Restano più convenienti rispetto alle tariffe fissate dall’Authority le offerte a prezzo fisso. Il risparmio c’è ma è inferiore in caso di scelta di una tariffa monoraria (-15%) e va ancora giù per le soluzioni multi-orarie (-13%). Un andamento che trova conferma anche per le famiglie. I nuclei di 4 persone hanno i maggiori risparmi (-22%) dal mercato libero a prezzo variabile, sia mono sia multi-orarie. Possono mettere da parte qualcosa rispetto ai prezzi del mercato tutelato (-16%), tuttavia, anche optando per offerte a prezzo fisso monorarie, mentre le multi-orarie a prezzo fisso sono per loro le meno convenienti (-14%).

Offerta vasta I fornitori del mercato libero puntano sempre di più sulle offerte a prezzo variabile, la parte più rilevante delle offerte luce pubblicizzate agli utenti. Le offerte a prezzo fisso più convenienti del regime di maggior tutela si stanno riducendo in modo significativo durante questo periodo di forti rincari del mercato energetico. Scegliendo offerte a prezzo variabile, la percentuale di quelle più convenienti rispetto al servizio di maggior tutela varia, in base al profilo e alla tipologia d’interesse, dal 38% al 68%. Per gli utenti, quindi, è molto più semplice individuare tariffe convenienti. Le opzioni a prezzo fisso che consentono di economizzare e consentono contestualmente una protezione contro i rincari futuri sono poche, ma restano un’opzione da considerare per il risparmio.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
PHP Code Snippets Powered By : XYZScripts.com