Neo centenario festeggiato a Villafranca d’Asti

0
51

Giovanni Novara nasce a Cantarana il 28 novembre 1923 da una famiglia contadina.

 

Giovanni racconta, tra i suoi ricordi, di quando, nel ’43, in prossimità dell’imbarco per Corfù si ammalò di polmonite e giudicato intrasportabile rimase a terra o di quando, dopo l’Armistizio, dovette tornare dal Gran Sasso a piedi  con mezzi di fortuna.

Nel dopoguerra, una tremenda alluvione rovina tutti i suoi terreni a Cantarana ed è costretto a trasferirsi a Torino per lavoro, con la moglie Margherita e i tre figli.

Giovanni trova lavoro in una fabbrica chimica mentre Margherita, oltre a badare alla famiglia, svolge lavoro presso famiglie.

Negli anni sessanta viene assunto alla Fiat di Mirafiori finchè, nel 1969 torna alla sua amata campagna a Villafranca d’Asti facendo per alcuni anni il pendolare; giunto il pensionamento nel 1973 continua la sua attività di contadino che svolge fino a pochi anni fa.

Duro lavoro, senso della famiglia e della comunità sono i valori che Giovanni ha trasmesso ai suoi figli.

Ancora oggi risiede a Villafranca d’Asti e, a festeggiarlo presso il Ristorante della Rosa, si è riunita tutta la famiglia, le Associazioni di Croce Rossa e degli Alpini. Per la Provincia di Asti, delegata dal Presidente Maurizio Rasero, è intervenuta la consigliera provinciale e sindaco di Villafranca Anna Macchia che gli ha consegnato la pergamena di “Patriarca dell’Astigiano” insieme ad alcune pubblicazioni dell’ente.

Presenti anche per il Comune di Cantarana il sindaco Roberta Franco e l’assessore Delfina Noto in rappresentanza del Comune di Villafranca d’Asti.

Nella foto con il neo centenario con le autorità presenti.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui