Mombarcaro: ricordato l’inventore dell’organo smontabile

Fu il primo organista a costruirsi da solo un organo interamente in legno, che personalmente smontava e rimontava a ogni suo concerto. Mombarcaro ha commemorato il musicista genovese Giorgio Questa, esperto di musiche rinascimentali, che scelse proprio il paese dell’Alta Langa come “buen retiro”.
Al polifunzionale, sabato, si è tenuta la presentazione della sua biografia curata da Egidio Bonomi, e a seguire, nella parrocchiale, l’allieva Maria Grazia Amoruso si è esibita all’organo costruito da Questa.
Nato a Genova nel 1929, ingegnere all’Ansaldo, musicista appassionato, Giorgio Questa era noto tra i cultori di musica organaria in quanto dal 1962 al 1966 realizzò l’organo “portativo” che poteva essere smontato, trasportato in 29 casse, rimontato in qualsiasi ambiente e riposto nelle stesse custodie a fine concerto. Persona estremamente schiva, dopo la prematura scomparsa della moglie trovò ospitalità prima in un monastero in Liguria, e verso la fine degli anni ‘80 si trasferì con il suo strumento a Mombarcaro. Morì nel 2010 a 81 anni in una casa di riposo in Liguria. Il sindaco Simone Aguzzi: “«E’ stato un onore ricordarlo. L’evento fa parte del programma autunno-inverno finanziato dalla Fondazione Crc con un contributo di 1.500 euro».

M. A.