dal PiemonteAttualità

Meteo: da lunedì tentativo di “ottobrata”, torna la nebbia in pianura

Smaltiti gli effetti della circolazione ciclonica attiva tra lo Ionio e l’Egeo, nel corso del weekend l’anticiclone tornerà ad espandersi sul Mediterraneo occidentale, estendendo la sua influenza alle regioni del Centro-Nord. Infiltrazioni fredde dai quadranti settentrionali seguiteranno ad interessare il medio e basso versante adriatico, mentre un sistema nuvoloso coinvolgerà le Isole Maggiori, apportando ancora qualche pioggia.

Tra lunedì e martedì l’alta pressione tenderà ad irrobustirsi ulteriormente sulle regioni centro-settentrionali italiane, associata al crescente contributo di correnti miti d’estrazione subtropicale. Ne scaturirà un ampio soleggiamento, intervallato a tratti solo dal transito di sterili velature. I moti di subsidenza impressi dall’alta pressione e la concomitante calma di vento favoriranno la formazione di banchi di nebbia o foschia tra la notte e le prime ore del mattino, temperature notturne rigide nei fondovalle e molto miti in montagna e il ristagno di inquinanti nei grandi centri urbani. I primi segnali di cambiamento si faranno strada nel corso di mercoledì, quando un flusso di correnti umide dai quadranti sudoccidentali guadagnerà spazio a partire dal Nord, apportando un generale incremento della nuvolosità e le prime deboli piogge tra Liguria, Piemonte, parte della Lombardia e Lunigiana.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button