Dal CuneeseEventi

Martedì 10 maggio gli studenti della provincia incontrano Matteo Romano e Andrea Bocelli

Ci sarà anche Matteo Romano sul palco del Palazzetto dello Sport di Cuneo nella mattinata di martedì 10 maggio, quando Andrea Bocelli parlerà a migliaia di ragazzi delle scuole superiori della provincia di Cuneo per “La Generazione delle idee. Talento, ambiente, inclusione”, primo appuntamento del ricco calendario di eventi che la Fondazione CRC organizza nel 2022 per il suo 30° compleanno. Il giovane cantautore cuneese emerso nell’ultima edizione del Festival di Sanremo, reduce dalla recente esibizione nel giorno di Pasquetta in piazza San Pietro a Roma davanti Papa Francesco e 60 mila giovani, racconterà la sua personale scoperta del talento agli studenti della Granda e all’artista italiano oggi più conosciuto a livello internazionale, insieme a Serafino Carli e Gerald Beaubrun, due rappresentanti dell’ABF Global Lab. Nel corso della mattinata si esibiranno in un concerto di musica lirica e classica anche 7 giovani artisti internazionali delle masterclass della Andrea Bocelli Foundation (ABF). La partecipazione all’evento è aperta anche alla cittadinanza: è possibile prenotare i posti sul sito www.fondazionecrc.it.

“È un grande piacere per me poter incontrare i giovani delle scuole della provincia di Cuneo, città in cui sono nato e sono andato a scuola anch’io – commenta Matteo Romano -. Sarà bellissimo rivederci dopo due anni cosi difficili per il mondo giovanile, tra didattica a distanza, annullamento dei concerti e stop alle attività di aggregazione. In attesa di poterci ritrovare insieme sotto il palco per i live estivi”.

L’appuntamento di Cuneo è organizzato dalla Fondazione CRC con la Andrea Bocelli Foundation e rientra tra gli eventi che avranno un focus particolare sulle giovani generazioni, priorità individuata dal Piano Pluriennale 2021-24 della Fondazione CRC. L’incontro sarà moderato dal giornalista Paolo Giordano e guiderà gli studenti alla scoperta dei propri talenti e dell’importanza di coltivarli con impegno e passione. Insieme al maestro Bocelli, i ragazzi potranno inoltre dialogare e scoprire le storie personali di alcuni giovani talenti sbocciati grazie al sostegno della Andrea Bocelli Foundation, dai musicisti dell’Accademia Musicale di Camerino “Franco Corelli”, alcuni approdati oggi al Royal College di Londra, ai giovani protagonisti (di età compresa tra i 16-19 anni) del percorso vocazionale ABF GlobaLab, a professionisti oggi affermati in Italia dopo anni di studio nel nostro Paese.

Insieme al fondatore ABF, infatti, saranno presenti 7 giovani talenti musicali provenienti da 3 continenti, a conferma della visione inclusiva e internazionale della Andrea Bocelli Foundation, tutti impegnati nella suite “Scaramouche” del compositore francese Darius Milhaud, nello specifico: le due soprano francese Clara Barbier Serrano e egiziana Laura Mekhail (rispettivamente prima e seconda borsa di studio internazionale Royal College of Music – Opera Studio); i tre pianisti Massimo UrbanMonica Zhang e Xing Chang (entrambi di origine cinese); la clarinettista Micaela Mancinelli; la sassofonista Eleonora Fiorentini.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button