dal PiemonteAttualità

Manto nevoso generalmente stabile, innevamento scarso per il periodo

L’assenza di nuove nevicate mantiene condizioni di innevamento fortemente deficitarie rispetto alle medie del periodo, sia per quanto riguarda la neve presente al suolo che per i quantitativi cumulati complessivi.

L’innevamento risulta eterogeneo, con residui accumuli da vento in quota sui pendii estremamente ripidi, alternati a neve a debole coesione e ad ampie zone erose a volte fino al suolo.

Sui pendii soleggiati il manto nevoso è estremamente ridotto o assente fino oltre i 2400-2600m.

Il manto nevoso perlopiù ben consolidamento in tutti i settori.
Nelle zone di confine settentrionali e occidentali si trovano ancora alcuni lastroni da vento e neve a debole coesione, nelle zone più riparate.
Gli strati superficiali del manto sono spesso caratterizzati da croste dure da vento e da fusione e rigelo alle diverse esposizioni.
Pressochè tutto il manto nevoso è composto ormai da alternanze di croste e cristalli sfaccettati o a calice.

L’attività valanghiva è assente. Attenzione al pericolo di scivolamento e caduta sulle dure superfici di neve ghiacciata o molto ventata.

Per il fine settimana sono attese condizioni di tempo stabile e soleggiato con zero termico che supererà i 3000m.

Il pericolo valanghe si manterrà 1-debole su tutti i settori alpini del Piemonte.
Per conoscere ulteriori dettagli vi invitiamo alla lettura del bollettino valanghe completo

 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button