Dal CuneeseEconomia & Lavoro

Manovra, Coldiretti Cuneo: bene l’arrivo dei buoni lavoro nei campi

Primo importante risultato dopo il blitz “SOS Frutta” della Coldiretti a Torino

L’arrivo dei buoni lavoro è importante per procedere con la semplificazione burocratica e salvare i raccolti, oltre a garantire nuove opportunità di reddito in un momento particolarmente difficile per il Paese. È quanto rileva Coldiretti Cuneo in riferimento alla Manovra 2023, che prevede l’introduzione dei buoni lavoro a tempo determinato per un importo fino a 10.000 euro, dopo che al blitz “SOS Frutta” di ieri, in piazza Castello a Torino, Coldiretti ha chiesto proprio di reintrodurre lo strumento dei voucher per la manodopera in agricoltura.

“Il Governo ha accolto le nostre sollecitazioni sul problema della manodopera agricola” commenta Enrico Nada, Presidente di Coldiretti Cuneo, che dice: “Siamo pronti al confronto con le Istituzioni e i sindacati per individuare le formule più adeguate che garantiscano maggiore semplificazione per le imprese e le necessarie tutele per i lavoratori agricoli”.

“Sovranità alimentare significa nei fatti un impegno – afferma il Direttore di Coldiretti Cuneo, Fabiano Porcu – per investire nella crescita del settore con il lavoro, aumentare le produzioni, ridurre la dipendenza dall’estero, valorizzare la biodiversità del nostro territorio e garantire agli italiani la fornitura di prodotti alimentari nazionali di alta qualità”.

Sponsorizzato

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button