More
    spot_imgspot_img

    I più letti

    spot_img

    Leggi anche...

    Malattie infettive in età infantile: Influenza, gastroenterite e congiuntivite le patologie più diffuse

    spot_img

    ALBA – Influenza, gastroenterite e congiuntivite. Sono queste le malattie infettive più frequenti negli asili nido della Lombardia nell’anno scolastico 2023-2024. Registrata anche la presenza di bronchiolite e streptococco che, pur con un’incidenza inferiore, possono destare preoccupazione per il decorso nella popolazione infantile. Nessuna segnalazione di morbillo.

     

    E’, in sintesi, quanto emerge dalla prima indagine condotta da Assonidi, l’Associazione degli asili nido e le scuole dell’Infanzia privati (aderente a Confcommercio Milano, Lodi, Monza e Brianza). Iniziativa che verrà ripetuta anche per il prossimo anno educativo.

    Assonidi ha realizzato una mappatura della presenza e della diffusione delle malattie infettive all’interno dei servizi educativi per la prima infanzia (0-3 anni): hanno risposto al questionario 278 asili nido con almeno una sede in Lombardia. Mappatura riferita alle malattie infettive storicamente più diffuse all’interno delle comunità infantili.

    In particolare, è stato chiesto se nel corso dell’anno scolastico in corso siano stati riscontrati casi di una o più delle malattie indicate.

     I risultati dell’indagine

     Influenza la più diffusa, seguita da gastroenterite e congiuntivite

    L’influenza generica è risultata la malattia infettiva più frequente, con il 93% dei partecipanti al sondaggio che ha indicato un’incidenza di 3 o più casi. Seguono la gastroenterite infettiva con l’81% di 3 o più casi, la congiuntivite purulenta con il 62% di 3 o più casi e il 12% di 1-2 casi, la mani-piedi-bocca con il 50% di 3 o più casi e il 25% di 1-2 casi. Infine, la scarlattina, con il 30% dei rispondenti che ha indicato un’incidenza di 1-2 casi e il 13% di 3 o più casi.

     Covid-19 in calo, ma ancora presente

    Nonostante lo stato di emergenza sia stato superato, il Covid-19, pur in calo, risulta ancora presente nell’anno scolastico 2023-2024 tra le malattie infettive. Il 27% delle imprese che hanno partecipato al sondaggio ha dichiarato la presenza di 1-2 casi, mentre il 7% ne ha riscontrati in corso d’anno più di 3 casi.

     Bronchiolite e streptococco: meno diffusi, ma possono destare preoccupazione

    Seppure con un’incidenza inferiore, la frequenza di alcune malattie infettive può destare alcuni timori in considerazione di un decorso particolarmente delicato per la popolazione infantile. Sono in particolare la bronchiolite, che può evolvere in polmonite con conseguente ospedalizzazione, con il 3% delle imprese che ha dichiarato la presenza di 3 o più casi dall’inizio dell’anno scolastico e il 7% con 1-2 casi; e lo streptococco, presente per il 2% con oltre 3 casi e per il 6% con 1-2 casi.

     Le altre malattie. Nessun caso di morbillo

    L’indagine Assonidi rivela anche una significativa presenza di ossiuriasi (infezione intestinale) con il 20% delle imprese cha ha dichiarato di aver riscontrato 1-2 casi dall’inizio dell’anno. Altre malattie specifiche segnalate sono state la 6° malattia (6% 1-2 casi, 2% 3 o più casi), l’otite (5% 1-2 casi, 1% 3 o più casi), la varicella (3% 1-2 casi, 1% 3 o più casi), la 5° malattia (3% 1-2 casi, 1% 3 o più casi) e altre malattie meno diffuse. Non è stato segnalato alcun caso di morbillo.

    Redazione Corriere
    Redazione Corrierehttps://www.ilcorriere.net
    Potete contattare la Redazione del Corriere allo 0173-28.40.77 oppure scrivendo a: info@ilcorriere.net

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui

    Dal Territorio