BRACRONACA
In primo piano

Lutto a Bra per la scomparsa del Professor Eugenio Jona storico primario dell’ospedale Santo Spirito

BRA – Profondo cordoglio ha destato la notizia della scomparsa del professor Eugenio Jona storico primario dell’ospedale «Santo Spirito» di Bra dove ha diretto il reparto di Medicina per trent’anni, dal 1963 al 1993.

Una vita intensa quella del Professore a partire dalla giovinezza quando Jona, a soli 22 anni, si laureò in Medicina. In carriera il medico, che ha contribuito in modo essenziale alla crescita dell’ospedale braidese, si è impegnato anche su diversi fronti in ambito clinico, sociale e politico: dalla lotta all’alcolismo alla tutela dell’ambiente. Dopo il pensionamento, è stato consigliere comunale. La montagna fu tra le sue più grandi passioni.

Così lo ricorda l’ex Sindaco di Bra Bruna Sibille su Facebook:

È mancato all’età di 93 anni il professor Eugenio Jona, figura illustre della nostra città. Come primario dell’ospedale Santo Spirito formò un’intera generazione di medici, in particolare di cardiologi. Da sempre impegnato nell’attività sociale e politica, fu animatore dell’ Acat per moltissimi anni, contribuendo a riscattare dall’alcolismo molte persone.
Negli anni 80 fu forse il primo ad ipotizzare la realizzazione di un ospedale unico Alba-Bra, che superasse i due piccoli ospedali in favore di una struttura moderna e più avanzata.
Rivestì anche per cinque anni il ruolo di consigliere comunale nella lista La Città di Tutti. In quel periodo maturò la sua impostazione di ambientalista inflessibile, che applicò soprattutto per la raccolta dei rifiuti urbani. Se oggi la nostra città ha una percentuale di raccolta differenziata fra le più alte del Piemonte, il 92% circa, lo si deve anche alle sue battaglie instancabili di quegli anni, in particolare per l’introduzione della raccolta del cosiddetto ‘umido’.
Altrettanto impegno dedicò alla conservazione del patrimonio culturale e architettonico, il che lo pose in alcuni momenti in contrasto con quanto io stavo facendo nei miei due mandati da Sindaco. Mi dispiace in particolare adesso di non essere riusciti sempre a capirci su alcune questioni: ma mai è venuta meno da parte mia la considerazione ed il rispetto per le sue idee e per l’intransigenza etica con cui le portava avanti.
Questo post può essere l’occasione perché in tanti raccontino anche solo un piccolo aneddoto legato alla sua vita e alle sue opere, che la dimensione di Facebook non è adatta a raccogliere.
Che la terra ti sia lieve, Eugenio.

Eugenio Jona aveva 93 anni lascia la moglie Luisa Brandi, i figli Amalia, Marco e Pietro con le rispettive famiglie.

Ai familiari giungano le. più sentite condoglianze da parte di tutta la Redazione del Corriere di Alba Bra.

(vedi manifesto di lutto)

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button