Ludovico Einaudi: il Seven days walking parte da Alba

267

Doppio sold out per le date “zero” e “uno” del “Seven days walking tour” di Ludovico Einaudi. Ad ospitare i concerti il Teatro Busca di Alba, con entrambe le sale aperte al pubblico. A questo punto il grande compositore è pronto ad esibirsi in una serie di teatri italiani che registrano il tutto esaurito già da diversi mesi, per poi approdare in alcune tra le più importanti città europee (Lisbona, Bruxelles, Londra, Monaco, Lucerna, Berlino, Vienna, Parigi) e statunitensi (Washington, Philadelphia, New York, Chicago, San Francisco, San Diego, Los Angeles, etc.), per poi tornare in Italia in estate negli anfiteatri e nel resto d’Europa.

Il nuovo tour è dedicato al nuovo lavoro del pianista piemontese (Seven days walking, per l’appunto), di cui è stata pubblicata la prima parte (il Day One). Ogni mese il progetto si arricchirà di una nuova puntata fino ad arrivare al Day Seven. Saranno sette variazioni intorno a uno stesso percorso immaginario o sette momenti diversi dello stesso itinerario.

L’esibizione al Busca di Alba è stata seguita in religioso silenzio da un pubblico attentissimo. Un’ora e mezza di spettacolo dedicato alla suite uscita lo scorso 15 marzo. Al termine due “bis” con un “Piano solo” e con “Elements” il brano che ha dato il titolo all’album pubblicato da Einaudi nell’ottobre 2015. Al suo fianco si sono esibiti Federico Mecozzi al violino e viola e Redi Hasa al violoncello.

Foto e testo di Vincenzo Nicolello

Questo slideshow richiede JavaScript.