Dall'AstigianoCRONACA

L’oro rubato nelle nostre case finiva fuso in Svizzera

Sei persone sono state arrestate per riciclaggio di preziosi nell’ambito di una operazione dei carabinieri di Asti, che hanno recuperato oltre 37 chili d’oro tra monete, gioielli, lingotti e pietre preziose, oltre a un milione di euro in contanti e quindici pistole di grosso calibro con le relative munizioni.

Mandato di arresto europeo per due cittadini svizzeri, complici della banda.

Provento dei furti messi a segno in tutto il Nord Italia, l’oro veniva fuso in lingotti e venduto in fonderie svizzere. Le indagini, coordinate dalla Procura di Asti, sono state condotte in collaborazione con il Servizio di Cooperazione Internazionale di Polizia. Documentate in cinque mesi un paio di “trasferte” in Svizzera la settimana, per un ammontare complessivo di circa cento chili d’oro, un valore di 5 milioni di euro.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button